vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

“L’Araba Fenice – Pineta di Liscia” dona dei giochi ai bimbi della scuola materna foto

Più informazioni su

LISCIA. Grandi emozioni nel pomeriggio di ieri presso l’asilo di Liscia. Alle ore 15.00 il presidente Mario Lalla e tutti i componenti dell’associazione “l’Araba Fenice – Pineta di Liscia” alla presenza del sindaco del paese Donato Di Giacomo e del preside del comprensorio Ida Marrone hanno donato numerosi giocattoli ai bimbi della scuola materna. Un gesto generoso da parte dell’associazione ambientalista e che ha reso felici i bambini di Liscia.

LA STORIA. Il 17 settembre 2015 la Pineta di Liscia è andata distrutta a causa di un incendio di enormi dimensioni. In tutto questo tempo l’Associazione “Araba Fenice – Pineta di Liscia” si è attivata realizzando una raccolta fondi dalla quale sono stati ricavati circa 8mila euro. Inoltre, lo scorso anno, è stata organizzata una lotteria di beneficenza a conclusione della quale però i vincitori non hanno ritirato i due premi in palio del valore di 200 euro. Trattandosi di generi alimentari e quindi di premi deperibili, l’associazione “Araba Fenice” ha deciso di convertirli in denaro e di donarlo alla scuola materna del paese affinchè venisse investito per l’acquisto di giocattoli per bambini.

LO STATO ATTUALE DELLA PINETA. Ad oggi è a disposizione la somma di 8.000 euro e – fa sapere il presidente dell’associazione Mario Lalla, i lavori per la bonifica e la riqualificazione della pineta sono stati consegnati a una ditta dell’Aquila. Il sindaco Donato Di Giacomo nell’occasione ha confermato che i lavori inizieranno nella prossima primavera e si partirà con il taglio degli alberi bruciati. E’ in corso attualmente anche la ricerca di preventivi poiché c’è la volontà di ripristinare un’area pio-nic affinchè possa tornare fruibile presto a tutti. L’obiettivo, a detta di Mario Lalla, è quello di piantare in questa zona i primi alberi, donati dalla Forestale, il prossimo 21 novembre: “Non si tratta di un giorno casuale in quanto ricorre la festa dell’albero”, ha affermato Mario Lalla.

Più informazioni su