Speciale Elezioni

Speciale Elezioni 2021

Le News

Cultura e turismo, Pennetta: "Vasto ne sarà capitale, con eventi tutto l’anno"

La candidata a sindaco del movimento Arcobaleno presenta “Destinazione Vasto” il suo progetto di rilancio integrato

Speciale Elezioni
sabato 21 agosto 2021
di La Redazione
Pennetta
Pennetta © Vastoweb

VASTO.    “Destinazione Vasto”, andata e ritorno: Vasto, come centro propulsivo di eventi e valorizzazione di tutta la sua variegata bellezza paesaggistica, storica, architettonica e artistica; Vasto, come punto di richiamo per interessi tutti da scoprire, ancora. «Abbiamo le idee molto chiare per dare alla nostra città il ruolo che merita nel turismo e nella cultura: una piccola capitale a passo con i tempi, non solo nei mesi estivi, ma per tutto l’anno». La candidata a sindaco del movimento civico L’Arcobaleno, Angela Pennetta, presenta il secondo step delle sue azioni programmatiche a servizio della città.

«Per una realtà come Vasto, il turismo è settore essenziale, centrale: per questo necessita di un’attenzione che nelle politiche di questi anni, non solo gli ultimi, non si è notata. Non basta campare di rendita, dovuta alla fortuna di trovarsi in un luogo di oggettiva bellezza favorito dal mare e dal clima, per parlare di turismo. Il turismo vero esce dalle logiche stagionali ed è sempre attivo, sempre attrattivo. Il turismo ha bisogno di visione, di coraggio, di misure a sostegno di tutti quegli operatori che hanno visione, coraggio e spirito di intraprendenza: noi, con serie e mirate politiche comunali, siamo pronti ad affiancarli. Come siamo pronti a farci affiancare, come futuri amministratori di Vasto, da guide esperte del settore capaci di lavorare sulla interconnessione di turismo, cultura e sport».

Per l’avvocato Pennetta di fondamentale importanza infatti è il connubio del turismo con la cultura. «È un binomio – precisa, – inscindibile». «E allora – prosegue la candidata a sindaco dell’Arcobaleno –, si parte da qui, dalle basi ossia il decoro della città e la sua sicurezza: sono i primi passi dovuti per trasformare Vasto da mero luogo di vacanza a una destinazione turistica, attrattiva sempre, lo ripetiamo, grazie all’incrocio giusto di tutti gli elementi necessari».

Nello specifico, Angela Pennetta prevede di

-          rinnovare il confronto con gli operatori economici della ricettività turistica e della ristorazione;

-          utilizzare la leva fiscale sui tributi locali, attribuendo premialità agli operatori economici, in particolare ai commercianti che decideranno di prolungare l’orario di apertura durante la stagione estiva nel contesto di un Piano commerciale condiviso con l’amministrazione comunale;

-          esercitare la massima pressione politica nei confronti della Regione Abruzzo perché licenzi il “piano dehors” e le relative norme tecniche per le aree storiche, per permettere agli operatori del settore di lavorare con maggiore sicurezza e nel rispetto delle norme durante la stagione estiva e quella stagione invernale;

-          creare una tensostruttura utile a ospitare grandi eventi, culturali e sportivi nei mesi autunnali e invernali, perché la logica è destagionalizzare;

-          realizzare un applicativo “Vasto tourist”, un’app turistica, geolocalizzata, con la mappatura dei luoghi e il racconto della loro storia, con funzione di booking per prenotare stanze, ristorante, tavolo al bar per l’aperitivo o per trascorrere il dopocena. Sarà inoltre il contenitore di tutti gli eventi e le organizzazioni che per l’intero arco dell’anno si terranno a Vasto.

 

«E nel corretto rapporto tra le istituzioni locali – promette –, saremo fermissimi nel pretendere che le grandi opere incompiute, a partire dalla Via Verde e dalla Costa dei Trabocchi, siano finalmente consegnate al territorio, ai cittadini, ai turisti. Con la Regione batteremo i pugni per un adeguato finanziamento al nostro porto».

 

Con pari passione Angela Pennetta disegna in parallelo la sua rivoluzione sul fronte della cultura: «Basta improvvisazione come abbiamo sempre denunciato: serve visione e programmazione. Serve una cultura attiva per 12 mesi l’anno, non solo d’estate».

«Apriremo – annuncia, – un tavolo permanente per la programmazione di cultura, arte e spettacolo: a questo tavolo saranno chiamati a partecipare tutti gli operatori culturali di Vasto. Sarà con il loro apporto che daremo nuovo vigore a una delle più nobili vocazioni della nostra città, perché Vasto è città di cultura. Noi promuoveremo l’interlocuzione operatori culturali-operatori turistici, perché le istanze e i suggerimenti del primo settore possano irrobustire il secondo e viceversa».

 

Anche per il secondo step dedicato a Turismo e Cultura, è possibile contribuire per tutti i cittadini di Vasto, e non, con interventi diretti attraverso il form attivo sulla landing page (c’è anche il QR per accedere da mobile direttamente alla sezione d’interesse) all’indirizzo web: www.angelapennettasindaco.it

Altri contenuti