Oltre 11.200 alloggi. 18 lidi e 2 km di bar e ristoranti: il progetto SouthBeach

Attualità
venerdì 09 aprile 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Oltre 11.200 alloggi. 18 lidi e 2 km di bar e ristoranti: il progetto SouthBeach
Oltre 11.200 alloggi. 18 lidi e 2 km di bar e ristoranti: il progetto SouthBeach © Termolionline

MONTENERO DI BISACCIA. L’idea progetto prevede la realizzazione di un insediamento produttivo, con attività prevalente di servizi turistico-ricettivi, con investimenti relativi all’urbanizzazione e l’edificazione di un’area di circa 160 ettari nel territorio di Montenero di Bisaccia, in Molise sulla Costa Adriatica.  L’area interessata è stata scelta in quanto presenta delle caratteristiche e racchiude delle potenzialità non riscontrabili facilmente in altri siti: ampi spazi a ridosso di zone incontaminate, caratteristiche morfologiche ottimali, totale assenza di insediamenti che potrebbero interferire nello sviluppo potenziale del territorio. Il

Molise, inoltre, è tra le Regioni Italiane, una di quelle che non ancora ottengono la meritata considerazione, con indici di sviluppo tra i più bassi, anche se ricco di storia, di tradizioni e di siti di interesse naturalistico- culturali di alto livello. La definizione di insediamento produttivo a carattere turistico-residenziale non è certamente esaustiva. Il complesso abitativo ospiterà una molteplicità di tipologie: dalle ville signorili, immerse nell’habitat naturale, in prossimità del mare, fino alle torri a ridosso delle vie di comunicazione stradali, intermediate con gallerie commerciali, centri benessere, alberghi lussuosi, gallerie commerciali, sale meeting, ristoranti e cliniche per la cura della persona, campo da golf.

All’interno del complesso saranno realizzati dei canali navigabili, collegati direttamente al mare, attraverso i quali sarà possibile ormeggiare un’imbarcazione direttamente nei pressi della propria abitazione.

Quindi realizzare delle infrastrutture per soddisfare le esigenze e la domanda di utenza di livello medio -alto, rendendo fruibile un territorio dove soggiornare non solo per una breve vacanza, e che diventi punto di riferimento e di partenza per altre esperienze.

Mission

Posizionare e sviluppare la Regione Molise come destinazione turistica di riferimento nel Mediterraneo, al fine di favorirne la crescita e la competitività, facendo leva sul capitale territoriale inteso quale fattore distintivo, e incorporando la sostenibilità (economica, sociale e ambientale) nelle politiche di sviluppo della Regione.

Vision

Costruzione di un nuovo modello organizzativo e di una destinazione organizzata e dotata di offerta e di servizi efficienti, creando le condizioni per stimolare l’ecosistema turistico, apportando benefici al territorio e ai viaggiatori.

3. Il Molise e gli scenari di riferimento

Il turismo è un settore che in Molise ha un’incidenza limitata. Infatti, il Molise, assieme alla Regione Basilicata, è la regione italiana con la minor spesa turistica italiana e straniera. Il peso dei consumi turistici è circa la metà della media nazionale che si attesta al 10%. L’occupazione generata dal turismo conta circa 5.200 addetti, pari a circa il 4,2% all’occupazione regionale (Fonte: 18° Rapporto sul Turismo Italiano – Rapporto sulle risorse del Molise. Turismo: una rinascita competitiva, la visione delle imprese).

Nel Molise i servizi al turista sono limitati, e quindi non rappresentano quindi un valore aggiunto per i turisti che in essa non ritrovano gli elementi e i requisiti che per sceglierla come meta delle proprie vacanze. Ad oggi l’offerta turistica del Molise non offre un adeguato livello di servizi complementari che invece sarebbe necessario sviluppare, offrendo così la possibilità ai turisti di vivere esperienze ed emozioni. Il sistema turistico molisano è prevalentemente di tipo endogeno, con una visione prevalentemente amministrativa. La Regione ha quindi evidenti difficoltà a  posizionarsi sullo scenario internazionale in quanto i mercati stranieri faticano a riconoscerla come destinazione, soprattutto se messa a confronto con realtà  geograficamente vicine, come la Puglia, la Basilicata o l’Abruzzo, che godono di una visibilità e riconoscibilità decisamente superiore.

Il progetto SOUTH Beach prevede la costruzione di unità immobiliari sia di tipo residenziale che commerciale. La fascia ristoranti è volutamente ampia, sia in considerazione dell’elevato numero di abitanti residenti nel complesso edilizio, sia per l’atteso flusso di fruitori dei servizi della galleria commerciale o degli alberghi. Per fascia ristoranti si intende tutta la declinazione dei vari settori della ristorazione, dalle pizzerie ai ristoranti, che saranno differenziati per categorie e livelli, dalla cucina tipica locale a quelli internazionali. Il gruppo di alberghi consta di 4 unità immobiliari, di 8 piani ciascuna, con una superficie lorda totale di oltre 25.000 metri quadrati, mentre il centro polifunzionale, che è formato da due livelli da circa 15.000 mq. ognuno, ospiterà al suo interno una grande galleria commerciale, un centro meeting/auditorium, centri benessere, cliniche estetiche ed anche un centro  clinico specializzato di eccellenza. Saranno inoltre realizzati 18 stabilimenti balneari, lungo tutta l’estensione costiera antistante il gruppo edilizio. Gli stabilimenti potranno sfruttare un’elevata estensione di superficie grazie anche agli interventi previsti nel progetto di ripascimento della spiaggia. Una volta realizzati i lavori, la superficie destinata ai lidi sarà di circa 84.000 mq, suddivisa in 18 concessioni balneari di circa 4.600 mq. Una rete di canali navigabili permetterà ai residenti di poter ormeggiare la propria imbarcazione nei pressi della residenza.

Il totale degli investimento previsto è di 3.006.940.000 euro, soprattutto per ville signorili, edifici a 8, 10, 12, 15, 20 e 25 piani, con 144 edifici e 11.218 alloggi.