"Avanti Vasto" punta su lavoro, decoro e innovazione

Attualità
mercoledì 15 settembre 2021
di Francesco Di Fonzo
"Avanti Vasto" punta su lavoro, decoro e innovazione © Vastoweb

VASTO.  Si è tenuta nella serata di ieri la conferenza stampa di presentazione della lista di centrosinistra “Avanti Vasto”.

“Ci proponiamo per far valere alcuni obiettivi specifici che ci devono caratterizzare: il tema del
lavoro, del riconoscimento dei diritti, così come quello ambientale” esordisce il portavoce LuigiRampa. “Cercheremo di puntare molto sul recupero, riqualificazione e ristrutturazione del suolo. Un occhio di riguardo sarà poi verso l’ospedale. Fino alla realizzazione della nuova struttura lavoreremo affinché in quello attuale non si disperdano le competenze umane e quelle professionali”.

 

La consigliera uscente Maria Molino ha poi proseguito: “L’ambiente in questo momento è molto debole, perché l’uomo sta facendo di tutto per distruggerlo. Per questo mi sono fatta portavoce chiedendo una dichiarazione simbolica per l’emergenza climatica, nonostante sia stata oggetto di derisone da parte dell’opposizione. Abbiamo portato avanti tante battaglie: penso ad esempio all’apertura dei recinti tra Canale e Casarsa, che avevano impedito l’accesso al mare, o a quelle per i trabocchi affinché non tutti diventassero ristoranti. Non possiamo pensare ad un turismo usa e getta ma dobbiamo puntare alla sostenibilità”.

Il successivo intervento di Mauro Del Piano si è quindi focalizzato sulla necessaria chiarezza e trasparenza nei confronti della collettività: “Dobbiamo tracciare un percorso per i prossimi cinque anni e dire ciò che si può concretamente fare, lasciando da parte ciò che invece non è possibile realizzare. Bisogna stare molto attenti e mettere da parte le promesse, che lasciano sempre il tempo che trovano. Molti interventi sono impossibili, e questo bisogna dirlo francamente. Non si può andare fuori da quello che è il budget, un ente locale non può indebitarsi, quel che si può fare è sempre frutto di un’oculata indagine di spesa”.

Sul rapporto tra politica e collettività si è invece concentrata Gabriella D’Angelo:L’obiettivo principale è quello di fornire a tutti i cittadini gli strumenti necessari per partecipare attivamente alla vita politica. In occasione della raccolta firme per il referendum sull’eutanasia legale abbiamo avuto la dimostrazione che le persone sono ancora profondamente interessate alla politica. Ci concentreremo sulla connessione tra Pubblica Amministrazione e cittadini, che dovrà fondarsi sui principi di buona fede e correttezza”.

Di nuovo sui temi trasparenza ed ospedale l’altro portavoce Luigi Rampa: “Abbiamo un programma, quella è la cornice, ora dobbiamo fare il quadro. Siamo persone concrete che devono promettere solo cose che possono effettivamente realizzare. Per quanto riguarda l’ospedale, se non cambiano gli indirizzi regionale per un qualsiasi intervento bisogna andare a Chieti. E’ un problema attuale e molto serio. E’ necessario rivedere la politica sanitaria del territorio”.

Chiude la conferenza stampa il sindaco Francesco Menna:

“E’ una lista che rispetta e rispecchia alcuni temi di città: dall’ambiente, all’urbanistica, alla cultura, al sociale, all’interesse per i deboli e per la sanità. E’ una lista fatta di persone, persone libere che hanno una rappresentazione lavorativa importante, ma soprattutto persone belle ed oneste. C’è anche una buona componente femminile e questo è molto positivo. In questi anni grazie ad ‘Avanti Vasto’ si sono concretizzate tematiche importanti: il Parco della Costa Teatina, il blocco delle speculazioni edilizie, le battaglie per la legalità e per gli interessi dei lavoratori, oltre ai ‘no positivi’ all’espansione dei centri commerciali”.

Il sindaco si è poi soffermato su quelli che saranno i punti chiave del futuro mandato:

“Sono tre le questioni fondamentali: il lavoro, il decoro e l’innovazione. Dobbiamo continuare a preservare i posti di lavoro legati alla pubblica amministrazione. Ultimamente abbiamo licenziato nuovi concorsi al fine di aumentarli, ma è necessario preservare il consorzio di bonifica, il tribunale, la procura. Così come bisogna preservare quelli privati: dalle industrie, al commercio, all’artigianato. E’ però necessario che la città sia accompagnata dalle giuste carezze della regione e dello stato. Una variante alla statale 16 diventa un obiettivo fondamentale, perché significa ridurre i costi di trasporto del materiale, così come l’ampliamento del porto, che significa avere un porto commerciale al servizio della Sevel, di industrie ubicate fuori Vasto, consentendo alla città di rivestire un ruolo di supporto cruciale. Il decoro significa potenziare ancor di più quella battaglia fatta per l’isola ecologica, la raccolta differenziata, per una città più pulita, per preservare la bandiera verde, gialla e blu. Per quanto concerne invece l’innovazione
,la volontà è quella di proseguire nel campo della digitalizzazione dei servizi, della fibra ottica, dell’informatizzazione. Sabato faremo un comizio in piazza alle 18, vi invito ad esserci. Lunedì invece ci sarà un incontro con il presidente della regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini”.