Parco Aqualand, rigettata la richiesta di sospensiva del bando di gara per la concessione

Attualità
giovedì 16 settembre 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Aqualand
Aqualand © vastoweb.com

VASTO. L’Amministrazione comunale informa che è stata rigettata la richiesta di sospensiva del bando di gara per la concessione del Parco Aqualand proposta dalla Maglione s.r.l. contro il Comune di Vasto, difeso nell’occasione dall'Avv. Zaccaria della civica avvocatura, condannando detta società al pagamento delle spese legali.

Con ordinanza n. 204 pubblicata il 14/09/2021, difatti, il TAR di Pescara ha ritenuto non fondata la censura della società Maglione, secondo la quale le condizioni poste dal Comune nel bando ne avrebbero impedito la partecipazione. Per il TAR di Pescara, invece, le clausole del bando non limitano affatto la possibilità di partecipazione alla gara da parte delle diverse imprese interessate, essendo consentito alle stesse di dimostrare la capacità tecnico – professionale richiesta mediante l’istituto dell’avvalimento.

Viene dunque sconfessata la tesi della società Maglione, rimbalzata su diverse testate giornalistiche locali, avendo il Comune di Vasto operato in maniera tale da consentire ampia e qualificata partecipazione alla gara per la concessione della gestione del parco acquatico Aqualand del Vasto, come sempre nell’esclusivo interesse della collettività  cittadina.