Jova Beach Party: "A Vasto Marina addio Ginestrino delle spiagge ed estirpate siepi con la ruspa"

ambientalisti mar 16 agosto 2022
Attualità di La Redazione
2min
Jova Beach Party: "A Vasto Marina addio Ginestrino delle spiagge ed estirpate siepi con la ruspa" ©Vastoweb
Jova Beach Party: "A Vasto Marina addio Ginestrino delle spiagge ed estirpate siepi con la ruspa" ©Vastoweb

VASTO. Riceviamo e pubblichiamo per conto della Stazione Ornitogologica Abruzzese:

"Ginestrino delle Spiagge addio: i lavori di questi mesi a fosso Marino, dove ora si svolgerà il Jova Beach Party come previsto hanno portato alla completa distruzione della vegetazione naturale presente, ad esempio il Ginestrino delle Spiagge. 

Sono piante degli ambienti dunali sempre più localizzate lungo la costa abruzzese, tanto che pure il consulente del Comune di Vasto riteneva doveroso conservarle come scriveva a marzo 2022 nella sua relazione sui lavori a Fosso Marino. 

Oggi hanno pure distrutto un tratto delle siepi delle aiuole del lungomare.

Alle molte chiacchiere su questo evento, alle iperboli, agli insulti verso chi si schiera dalla parte dell'ambiente, alle pretese di aver scelto i siti in maniera "rigorosa", con il prefetto di Chieti che svolse un sopralluogo a Fosso Marino per il Jova Beach Party addirittura nell'estate 2021 dando pure indicazioni su come intervenire, noi replichiamo con immagini inequivocabili che abbiamo raccolto tra marzo, prima dei lavori su Fosso Marino, e dopo, in questi giorni. 

Altrettanto indiscutibile la posizione della Regione Abruzzo che con una nota dello scorso 12 agosto ha scritto ai Carabinieri Forestali chiedendo di sorvegliare sul rispetto delle indicazioni imposte per la tutela del vicino Sito di Interesse Comunitario delle dune di Marina di Vasto attraverso la procedura di Valutazione di Incidenza Ambientale. Tra queste, quella di spostare il palco montandolo in modo da "dare le spalle" alle dune per limitare il disturbo alla fauna protetta delle emissioni sonore e luminose del mega-evento. 

Cosa aggiungere davanti a questa situazione incredibile, dove si va avanti perché l'evento si deve fare, come ha ribadito il Prefetto? Con il piccolo particolare di rischiare di far aprire una procedura d'infrazione comunitaria all'Italia per il mancato rispetto delle normative sulla tutela dei siti naturalisticamente più importanti d'Europa. Per un concerto di un privato e addirittura con un enorme impiego di denaro e risorse pubbliche!  

I dirigenti della Regione Abruzzo sanno benissimo cosa è accaduto in questi anni sul tema, con la Commissione che ha aperto una pre-procedura d'infrazione costringendo le regioni a recuperare decenni di inerzia sull'applicazione della Direttiva "Habitat". Ci chiediamo a questo punto cosa pensa il Ministero della Transizione Ecologica di questa situazione.

Per parte nostra abbiamo avviato stamattina un accesso agli atti a tutti gli enti a vario titolo coinvolti.

Non sapiamo se l'ormai "fu" Ginestrino delle Spiagge avesse riposto fiducia alle intenzioni delle istituzioni".


Galleria fotografica

Vastoweb.com Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 01/2009 del 9/01/2009 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Nicola Montuori

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Vastoweb.com. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione