Bando scuole e asili del Pnrr, riammessi in graduatoria Furci e Torrebruna

al tar mar 25 ottobre 2022

Alto e Medio Vastese Cristina Lella e Fabio Di Vito: “Un risultato importantissimo, recuperate risorse per oltre un milione e 250 mila euro”

Attualità di La Redazione
3min
Asilo, foto d'archivio ©New Rimini
Asilo, foto d'archivio ©New Rimini

TORREBRUNA-FURCI. E’ il Tar del Lazio, con le due sentenze pubblicate lunedì, a sancire definitivamente il diritto dei Comuni di Torrebruna e di Furci ad essere riammessi nelle graduatorie del bando “Scuole e Asili” del PNRR e a vedere le rispettive proposte progettuali finanziate.

La notizia è stata commentata con entusiasmo dai due Sindaci, quello di Torrebruna, Cristina Lella, e quello di Furci, Fabio Di Vito, che hanno fatto rilevare come si tratti di un risultato importantissimo per i territori.

Per capire l’importanza di queste decisioni, occorre ricordare che a marzo 2021 era stato pubblicato dal Ministero dell’Istruzione l’Avviso pubblico che metteva a disposizione 700 milioni di euro da assegnare ai Comuni per la messa in sicurezza, la ristrutturazione, la riqualificazione, la riconversione, la costruzione di edifici per asili nido, scuole dell’infanzia e centri polifunzionali.

Al bando partecipavano appunto i Comuni di Torrebruna e Furci, con due progetti di fondamentale interesse per le rispettive comunità: quello proposto dal Comune di Torrebruna era relativo, in particolare, al recupero della vecchia scuola elementare in località Guardiabruna, mentre quello proposto dal Comune di Furci era relativo alla ristrutturazione di un immobile da convertire a centro polifunzionale a servizio delle famiglie.

Il Ministero dell’Istruzione, fornendo una interpretazione formalistica dell’Avviso pubblicato, aveva ritenuto di escludere i due Comuni dall’accesso ai fondi per via di un presunto difetto nei requisiti catastali degli immobili candidati. 

Ci era sembrata sin da subito” commenta il Sindaco di Torrebruna, Cristina Lella, “una decisione sbagliata, e fortemente penalizzanteQuando, se non nell’ambito dell’Avviso “Scuole e Asili” del PNRR, Comuni piccoli come i nostri avrebbero potuto trovare l’occasione di vedere finanziati progetti così importanti come quelli che abbiamo candidato?”. 

Così” le fa subito eco il Sindaco di Furci, Fabio Di Vitoquando il Ministero ci ha escluso, dopo esserci impegnati così a fondo nella realizzazione dei progetti, abbiamo ritenuto doveroso, nell’interesse delle nostre comunità, andare fino in fondo e proporre ricorso al TAR Lazio”.  

Sapevamo che la il ricorso giurisdizionale era molto complicato ed in salita”, chiosano ancora all’unisono i due Sindaci, “ma eravamo certi della qualità del lavoro svolto dai nostri tecnici e dagli uffici comunali e sapevamo di dover fare ricorso a tutela dei nostri territori”. 

Da qui, la decisione di incaricare l’avv. Andrea Filippini, noto amministrativista, perché seguisse la delicata vertenza giudiziaria. E’ del resto lo stesso TAR Lazio a mettere in rilievo, nelle due sentenze favorevoli ai Comuni, la assoluta “novità delle questioni di lite e la loro complessità”.

E’ stata una battaglia legale dura, ma ce l’abbiamo fatta. Le due sentenze” commentano ancora i Sindaci “riconoscono che avevamo ragione e che abbiamo fatto benissimo a batterci fino in fondo”.

Per Torrebruna” ha commentato ancora il Sindaco Cristina Lellasi tratta di un risultato strepitoso, che consentirà di eseguire lavori di recupero e ristrutturazione integrale della vecchia scuola in località Guardiabruna per quasi un milione di euro”.

Entusiasmo condiviso dall’altro Primo Cittadino, Fabio di Vito, il quale evidenzia che: “Il finanziamento ora ottenuto, di importo pari a circa 350 mila euro, consentirà di realizzare una struttura a servizio dell’infanzia e delle famiglie che permetterà di integrare più servizi, anche in maniera diversificata, attraverso la ristrutturazione di un immobile, con la creazione di un nuovo centro polifunzionale”.

Merita di essere ricordato” - concludono all’unisono i due Sindaci- “che anche in questo bando PNRR l’Abruzzo è stato penalizzato, essendo state solo una ventina (su oltre 450) le proposte finanziate. Perciò questi progetti possono avere un’importanza strategica per l’intera area del Sinello”.

I Sindaci Cristina Lella e Fabio di Vito



Vastoweb.com Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 01/2009 del 9/01/2009 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Nicola Montuori

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Vastoweb.com. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione