35enne vastese in manette per maltrattamenti, violenza sessuale e lesioni

L'intervento della Polizia nella giornata contro la violenza sulle donne

Cronaca
giovedì 25 novembre 2021
di La Redazione
35enne vastese in manette per maltrattamenti, violenza sessuale e lesioni
35enne vastese in manette per maltrattamenti, violenza sessuale e lesioni © Web

VASTO. La Polizia di Stato di Vasto, anche in occasione nella giornata contro la violenza di genere, ha eseguito un' ordinanza di applicazione della misura cautelare personale degli arresti domiciliari a carico di un giovane vastese indagato per gravi reati commessi nei confronti della moglie e dei figli minorenni o, comunque, in presenza degli stessi.

La donna, nel mese di settembre, a causa delle ripetute violenze subite, decideva di sporgere querela nei confronti del marito, raccontando anni di soprusi e sopraffazioni.

Le indagini condotte dal personale della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Vasto permettevano di accertare che la denunciante ed i figli minorenni, nel corso degli anni, erano stati offesi nel decoro e nella dignità, ponendoli in uno stato di sofferenza fisica, morale e psichica.

La donna veniva continuamente offesa e minacciata dinanzi ai bambini ed una volta, causa l'ubriachezza molesta dell'uomo, veniva colpita violentemente alla testa causandole la perforazione del timpano.

In un episodio, l'uomo minacciava la donna con un coltello in presenza dei bambini; questi venivano addirittura spintonati e, poi, l'indagato la colpiva con un pugno al volto.

Causa le condotte poste in essere, I 'Autorità Giudiziaria imponeva all 'uomo un divieto di avvicinamento a meno di 500 metri nei luoghi frequentati dalla persona offesa e dai bambini; provvedimento più volte violato dall'indagato.

In alcune occasioni, la donna è stata costretta anche a subire rapporti sessuali contro al sua volontà.

 

Le gravi condotte poste in essere, quali anche pedinamenti e continue ed insistenti telefonate, determinavano nella denunciante un grave e perdurante stato d'ansia e di paura ed ingeneravano un fondato timore per la propria incolumità e per quella del compagno al quale, nel frattempo, si era legata sentimentalmente.

 

Da ultimo, a fine ottobre, la donna ed il nuovo compagno venivano aggrediti con calci, pugni e schiaffi all'interno di un centro commerciale di Vasto, causando all'uomo lesioni giudicate guaribili in 10 giorni.

A seguito dell'attività di indagine condotta dalla Polizia di Stato e coordinata dalla locale Procura della Repubblica, l' Ufficio G.I.P. del Tribunale di Vasto emetteva nei confronti dell 'indagato la misura cautelare personale degli arresti domiciliari.

La Polizia di Stato, in occasione della giornata internazionale contro la violenza di genere del 25 novembre ed attraverso la campagna di sensibilizzazione ". . . Questo non è amore 2021 ", rinnova il proprio impegno ad informare e sensibilizzare le vittime, a rompere il muro di silenzio ed a denunciare o segnalare ogni episodio, al fine di interrompere l'escalation di violenza che spesso tollerano.

Le più commentate
Le più lette