Diciotto pescatori irregolari beccati sul fiume Sangro

Sono stati scoperti presso il Comune di Quadri

Cronaca
Vasto martedì 20 agosto 2019
di La Redazione
Diciotto pescatori irregolari beccati sul fiume Sangro
Diciotto pescatori irregolari beccati sul fiume Sangro © Vastoweb

ABRUZZO. Diciotto i pescatori sanzionati sul fiume Sangro, per attività di pesca svolta nel giorno di chiusura, violando il riposo biologico istituito dalle linee guida della Regione Abruzzo con DGR n.582 del 18/10/2017.

Increduli gli Agenti del Servizio di Vigilanza dell'Arci Pesca Fisa - Comitato Provinciale di Chieti, quando nel transitare lungo le strade dell'abitato di Quadri, hanno scorto decine e decine di macchine parcheggiate nei pressi del fiume Sangro.
Ancora più sorpresi nello scoprire circa n°40/50 pescatori (datisi subito alla fuga), tutti intenti nella partecipazione a una manifestazione di pesca sportiva senza aver ottenuto alcuna preventiva autorizzazione da parte della Regione Abruzzo.
Ma non è finita qui, la sorpresa maggiore la si è avuta con il controllo del pescato: tutte trote Iridee.
Sono anni che la Regione Abruzzo, ha vietato l'introduzione di questa specie alloctona, estranea alla fauna indigena, come ribadito dall'art. 8 - comma. 4 della L.R. n°28 del 27/04/2017 e dalla L.R. n°50/1993 e s.m.i.
In conclusione, gli Agenti verbalizzanti hanno accertato sul posto:
‐ nessuna autorizzazione per la gara di pesca sportiva;
‐ nessun verbale di semina controfirmato dalla Polizia Provinciale di Chieti;
‐ nessun certificato sanitario attestante lo stato di salute delle trote immesse;
‐ nessun documento fiscale di acquisto delle trote iridee immesse.
Seguono aggiornamenti sul caso.