Ripartire in Abruzzo: il sottosegretario Manzella all’incontro del Pd regionale

Flash News
sabato 23 maggio 2020
di La Redazione
Ripartire in Abruzzo: il sottosegretario Manzella all’incontro del Pd regionale
Ripartire in Abruzzo: il sottosegretario Manzella all’incontro del Pd regionale © Vastoweb

VASTO. “Le misure per le imprese contenute nel Decreto Rilancio confermano la visione strategica che abbiamo messo in campo per disegnare la politica industriale per la fase tre”: lo ha dichiarato il sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico Gian Paolo Manzella nel corso dell’incontro organizzato dal Partito Democratico abruzzese in diretta Facebook, “la sfida del rilancio”, a cui hanno partecipato rappresentanti del mondo del lavoro, delle imprese e degli enti locali.

Manzella ha spiegato: “Insieme agli indennizzi a fondo perduto per imprese e professionisti, per aiutarle in questo passaggio, ci sono norme che affrontano la questione del rafforzamento patrimoniale delle imprese, con fondi dedicati. Si incentiva l’investimento del risparmio verso l'impresa, con i Piani individuali di risparmio alternativi. Altro elemento importante è il sostegno all'ecosistema delle startup innovative, riconosciute come un asse cruciale per la crescita del nostro sistema d’impresa e che in Abruzzo vede attualmente 221 realtà. Mi fa piacere sottolineare, inoltre, che 6 progetti di imprese abruzzesi si siano aggiudicati i finanziamenti di Invitalia destinati alla riconversione o all'ampliamento di impresa per affrontare le emergenze legate al COVID19, per la produzione di dispositivi di protezione individuale. Imprese che in pochi giorni hanno cambiato 'pelle' e sono entrate nella produzione di tute, mascherine, camici, filtri per condizionatori. Una bella prova di flessibilità per un tessuto di impresa che vede negli ultimi anni 18mila imprese che hanno investito in Innovazione grazie ad Industria 4.0. Protezione del nostro tessuto di impresa in questo frangente e, d'altra parte, innovazione, ricerca e sviluppo. Sono queste le basi per proiettarci fuori dall’emergenza e per ripartire: in Abruzzo e in Italia”.