TE Connectivity di San Salvo: "Sito strategico per i prodotti di silicone"

mar 04 ottobre 2022

San Salvo "Tra gli investimenti, oltre nuovi pannelli fotovoltaici è prevista una maggiore automazione dei magazzini e investimenti sulla qualità"

Lavoro ed Economia di La Redazione
1min
Te Connectivity di San Salvo ©Google Earth
Te Connectivity di San Salvo ©Google Earth

SAN SALVO. "Il 29 settembre 2022 si è tenuto un incontro tra la direzione della TE Connectivity di San Salvo e le Segreterie provinciali di FIM, FIOM, UILM.

All’incontro erano presenti Bjoern Sperling Director Operations Aut Emea e il Direttore TE di San Salvo Ing. Antonio Scalella, i quali hanno illustrato l’andamento Mondiale del gruppo entrando nel merito dell’attività produttiva dello stabilimento di San Salvo.

La direzione aziendale ha comunicato che nei prossimi sei mesi ci sarà un forte calo delle commesse dovuto alla situazione di mercato dell'automotive. Questo calo verrà gestito attraverso i residui delle ferie e permessi degli anni precedenti che dovrebbero essere sufficienti fino a gennaio 2023. Se questo contesto dovesse continuare l'azienda potrebbe far ricorso alla Cassa Integrazione. Tale situazione di difficoltà coinvolgerà sicuramente il primo semestre del 2023, con una probabile ripresa nel secondo semestre in base agli indicatori in possesso all’azienda. Salvo situazioni non preventivabili, vedi effetti della guerra o della pandemia, l'azienda stima che nel 2024 si dovrebbe tornare a livelli accettabili.

Il Sito di San Salvo rimane strategico soprattutto per i prodotti in Silicone.

TE Connectivity, nella prospettiva di una ripresa nel 2024, conferma gli investimenti in atto e quelli programmati, così da rendere più performante e tecnologicamente avanzato lo stabilimento di San Salvo.

Tra gli investimenti, oltre nuovi pannelli fotovoltaici è prevista una maggiore automazione dei magazzini e investimenti sulla qualità.

Al momento non si prevedono problemi occupazionali.

FIM, FIOM E UILM Provinciali seppure con tutte le riserve dovute alla crisi Mondiale, ritengono positive le notizie riportate sul futuro dell’azienda e visto che la congiuntura vedrà penalizzati i lavoratori, hanno chiesto interventi per sostenere il reddito degli stessi. L'azienda, se pur in difficoltà, si è mostrata disponibile ad individuare degli interventi che possano venire incontro alle richieste del sindacato.

Si prevedono incontri per capire se e quali possibilità ha l'azienda per intervenire a sostegno dei lavoratori.

 Così, in una nota stampa, Fim-Fiom e Uilm di Chieti.


Vastoweb.com Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 01/2009 del 9/01/2009 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Nicola Montuori

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Vastoweb.com. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione