Declassamento del reparto di Gastroenterologia, Cappa: "Il sindaco cosa intende fare?"

Politica
Vasto sabato 18 agosto 2018
di La Redazione
Alessandra Cappa
Alessandra Cappa © Vastoweb

VASTO. Il Consigliere comunale Alessandra Cappa ha presentato un'interrogazione rivolta al sindaco di Vasto Francesco Menna inerente il declassamento del reparto di Gastroenterologia del "San Pio" di Vasto. Di seguito il testo:

"Il sottoscritto Consigliere comunale Alessandra Cappa, premesso:

  1. Che è ormai nota a tutti la scellerata decisione di declassare il Reparto di Gastroenterologia dell’Ospedale di Vasto da Unità Operativa Complessa (UOC) a Unità Operativa Semplice (UOS), con conseguenze perdita dei posti letto e delle necessarie prestazioni;
  2. Che a nulla sino ad oggi sono valse le numerose richieste di interessamento rispetto a tale gravissima situazione, atteso che il Sindaco ha più volte ribadito la condivisione e la appropriatezza della scelta effettuata in tal senso dall’Assessore regionale Silvio Paolucci;
  3. Che di recente, sul tema, a smentire il Sindaco e l’Assessore Regionale, è intervenuto anche il Presidente nazionale dell’Associazione Italiana Gastroenterologi ed Endoscopisti Ospedalieri (AIGO), dott. Giuseppe Milazzo,il quale ha sottolineato, da un lato, l’ottima attività svolta dal suddetto Reparto negli anni precedenti, dall’altro, l’esistenza di tutti i requisiti legali, di produttività e qualità che ne impongono l’esistenza in vita;
  4. Che l’indifferenza dell’Assessore Regionale Paolucci anche rispetto a tale ultimo e qualificato appello, ha spinto il Presidente dell’AIGO a rivolgersi direttamente al Ministero della Salute;
  5. Che il Ministero della Salute “ha raccolto l’appello dell’AIGO contro la decisione della Regione Abruzzo di eliminare gli unici posti letto dedicati alle malattie dell’apparato digerente presenti nel suo territorio, trasformando l’Unità Operativa Complessa di gastroenterologia dell’Ospedale San Pio da Pietralcina di Vasto in Unità Operativa Semplice Dipartimentale”, sul presupposto, invero scontato, che il declassamento di tali reparti mette a rischio la salute dei cittadini;
  6. Che, ancora, simili iniziative, che apparentemente sembrano consentire una riduzione della spesa sanitaria pubblica, implicano in realtà un suo aggravio, causato dall’inappropiatezza delle cure e dalla conseguente maggiore durata dei ricoveri in reparti diversi (“soluzione”, questa, propinata sia dal Sindaco Menna che dall’Assessore Paolucci);
  7. Che, ad oggi, a nulla sono valse le accorate e numerose istanze avanzate dai Consiglieri di minoranza e dal Comitato costituitosi in difesa dell’Ospedale S. Pio (quest’ultimo, in particolare, ha avuto incontri sia con il Direttore Generale della Asl Lanciano-Vasto-Chieti, dott. Flacco, sia, lo scorso mese di luglio, con la Conferenza dei Capigruppo regionale);
  8. Che in tali occasioni le istituzioni locali e regionali si sono affrettate a fare le solite promesse, rimaste tutte inattuate.

Tutto ciò premesso,

il sottoscritto Consigliere comunale interroga il Sindaco per sapere:

  • Cosa ha fatto o cosa intende fare il Sindaco rispetto al declassamento dell’UOC di Gastroenterologia dell’Ospedale di Vasto e alla chiusura dei suoi posti letto alla luce dei recenti interventi dell’AIGO e del Ministero della Salute, che, in considerazione degli standard ospedalieri previsti dalle norme e della positiva valutazione qualitativa e quantitativa della produttività del suddetto Reparto, ha concluso per l’opportunità e la necessità del mantenimento clinico assistenziale dell’Unità operativa stessa."