L'Afor Tennistavolo Vasto sfiora il podio contro il Senigallia

L’infortunio di un giocatore giunto nelle partite successive costringe la formazione locale all’ottavo posto.

Altri Sport
Vasto domenica 13 gennaio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
L'Afor Tennistavolo Vasto sfiora il podio contro il Senigallia e finisce a metà classifica
L'Afor Tennistavolo Vasto sfiora il podio contro il Senigallia e finisce a metà classifica © Vastoweb

VASTO. Una grande emozione questa due giorni di Coppa Italia vissuta con il fiato sospeso ed i cuori all’impazzata, sognando per un po’ una medaglia ed uno dei primi tre posti sul podio.

Partenza Lenta a Terni per il team vastese che fatica ad entrare a regime contro la Vigor Velletri. Perde il doppio ed il primo singolo recupera con gli altri due singoli ma non basta perché la Cerritelli perde seccamente la partita determinante e l’incontro se ne va con un triste 3 a 2.

Risultato che però si determinerà in seguito fondamentale a proiettare ai quarti la formazione locale grazie alla classifica avulsa. Senza storia l’incontro successivo contro la futura prima del girone, gli Umbri del TT Club Amicis Edera che liquida l’AFOR con un secco 3 a 0.

L’assenza nel quartetto vastese, del forte Gianmaria Fabbri si fa sentire ma il Team non demorde perché sa che vincendo contro i Riminesi “Alfieri di Romagna” la qualificazione rimane un discorso aperto.

Il piglio con il quale i vastesi affrontano l’ultima e determinante sfida del girone è serio e convinto. Il doppio che dà il via alla sfida è dei Romagnoli ma nei tre singoli successivi il sodalizio abruzzese dà il meglio di se aggiudicandoseli uno dietro l’altro.

Splendido l’incontro della Cerritelli vinto contro il forte Luca Masini che chiude le speranze dei Riminesi per la qualificazione. Il 3 a 1 inflitto pero agli “Alfieri” da parte dell’AFOR per rivelarsi sufficiente al passaggio del turno deve ancora attendere il risultato dell’altra sfida tra la prima del Girone ed il Velletri la cui sconfitta determinerebbe il passaggio del turno dei nostri a causa della classifica avulsa.

Il risultato di 3 a 0 a vantaggio del TT Club Edera sul Vigor Velletri premia il TT Vasto che stacca il ticket di accesso ai quarti. L’accesso alla semifinale a questo punto, passa attraverso la sfida contro i cugini marchigiani del TT Senigallia, storica società dall’importante blasone.

Avvincente e scellerata la sfida che dapprima vede vittorioso il sodalizio abruzzese per 2 a 0 sui senegalliesi, ma alla terza partita una sostituzione nelle file dei Marchigiani si rivelerà determinante per perdere i successivi tre incontri che toglieranno le speranze di podio ai Vastesi.

Ben 7 le occasioni di mach point a disposizione Paolo Caserta per chiudere l’incontro. 3 nella quarta partita e 4 nella quinta. Sette appuntamenti mancati che non permettono a nessuno di invocare la sfortuna. Pierpaoli del Senigallia sia nella quarta che nella quinta partita, annulla tutti i match Point in favore del Capitano vastese e le speranze di podio dei nostri.

La formazione avrà molto da recriminare sull’occasione inspiegabilmente persa. Sfumato il sogno del podio, la formazione Histoniense non riesce più a trovare la luce e l’infortunio successivo di un player nostrano, per regolamento non più sostituibile, costringe i nostri alla resa di fatto ed alla posizione di metà classifica già consolidata nella giornata precedente.

Rimane la bella prestazione ed una posizione di assoluto rispetto e sulla quale probabilmente nessuno avrebbe scommesso, in una competizione prestigiosa, non facile. Rimarrà sicuramente un indelebile ricordo accompagnato da un fastidioso rimpianto da consegnare alla storia di questa giovane società. Grazie Paolo, Margherita Nico e Marzia. Grazie per quanto avete dato, grazie per aver portato il nome di Vasto tra le grandi squadre italiane, grazie per averci fatto sperare per un po’ nel miracolo. Alcune volte anche nello sport accadono. Sognare non è mai peccato.