Andrea Iannone chiude 14° in Qatar, vince Dovizioso

Secondo posto per Marquez e terzo per Crutchlow

Altri Sport
Vasto domenica 10 marzo 2019
di Christian Dursi
Più informazioni su
Andrea Iannone
Andrea Iannone © Aprilia

VASTO. Andrea Iannone ha concluso al 14° posto la prima gara del Campionato del Mondo di Moto GP 2019.

Sul circuito di Losail in Qatar il pilota vastese ha debuttato in sella all’Aprilia RS-GP scattando dalla 19ª casella dello schieramento.

Iannone ha provato la gara di rimonta montando una gomma soft posteriore, più prestazionale ma anche più incline al degrado. Una strategia che il nuovo pilota dell’Aprilia aveva pensato proprio in virtù delle migliori prestazioni riscontrate sul passo gara con il passare dei giri e il conseguente aumento dell’usura degli pneumatici.

Iannone ha avuto un buono spunto in partenza guadagnando 3 posizioni nel corso del primo giro. Ha poi costruito la sua rimonta superando Zarco nelle prime fasi di gara e Olivera nel corso del 15° giro.

Ha quindi usufruito del ritiro di Bagnaia e dei problemi di Miller per risalire sino alla 13ª posizione, ma quando ormai i giochi sembravano fatti, è rinvenuta su di lui la Honda di Jorge Lorenzo, che lo ha sopravanzato proprio sul rettilineo finale con la bandiera a scacchi.

Il pilota vastese ha dunque chiuso il suo primo Gran Premio in sella all’Aprilia in 14ª posizione, che gli vale la conquista di 2 punti nella classifica mondiale.

La gara ha visto Dovizioso e Marquez battagliare a lungo per la vittoria in un emozionante finale nel quale a spuntarla è stato il pilota italiano della Ducati. Crutchlow completa il podio in terza posizione. Valentino Rossi 5°.

Per Andrea Iannone un inizio complessivamente promettente, soprattutto alla luce delle difficoltà avute durante tutto il weekend, ma è ipotizzabile che servirà del tempo prima di vedere costantemente la RS-GP in lotta per le posizioni che contano.

ORDINE D’ARRIVO GP QATAR MOTOGP 2019:

1. Dovizioso (Ducati)

2. Marquez (Honda)

3. Crutchlow (Honda)

4. Rins (Suzuki)

5. Rossi (Yamaha)

6. Petrucci (Ducati)

7. Vinales (Yamaha)

8. Mir (Suzuki)

9. Nakagami (Honda)

10. A. Espargarò (Aprilia)

11. Morbidelli (Yamaha)

12. P. Espargarò (KTM)

13. Lorenzo (Honda)

14. Iannone (Aprilia)

15. Zarco (KTM)

16. Quartararo (Yamaha)

17. Oliveira (KTM)

18. Abraham (Ducati)

19. Rabat (Ducati)

20. Syahrin (KTM)

Rit. Smith (Aprilia)

Rit. Miller (Ducati)

Rit. Bagnaia (Ducati)