Giro d'Italia, l'abruzzese Giulio Ciccone si ritira per via di una polmonite

Medico: "Giulio ha avuto il Covid a settembre, scelta è di fermarlo"

Altri Sport
sabato 17 ottobre 2020
di La Redazione
Giulio Ciccone
Giulio Ciccone © Gazzetta dello Sport

ABRUZZO. Giulio Ciccone si è ritirato dal Giro d'Italia. Lo ha comunicato la Trek Segafredo, team dello scalatore abruzzese che è alle prese con "sintomi acuti di bronchite". "Nei giorni scorsi "aveva manifestato sintomi legati alla patologia e questa mattina - spiega una nota della Trek - si è sottoposto agli esami clinici presso l'Ospedale di Conegliano che, purtroppo, hanno confermato la diagnosi fatta dal medico dell'equipe dott. Emilio Magni".

E proprio Magni ha poi ricordato che "come già noto, Giulio ha sofferto di Covid-19 a inizio settembre e le sue condizioni fisiche, anche se sufficienti per essere al via del Giro, non potevano essere ottimali. Le giornate difficili, appena trascorse, con pioggia e freddo, sono poi passate. Ha risentito della sua fragilità clinica e riteniamo che la scelta di fermarlo sia la più prudente per non sovraccaricare un fisico già stanco". (FONTE ANSA).