vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Rifiuti, istituita una commissione speciale sui debiti del Civeta

Più informazioni su

VASTO – Una commissione speciale per far luce sulla gestione del consorzio intercomunale del Vastese per lo smaltimento dei rifiuti (Civeta) e l’appello a Provincia di Chieti e Regione Abruzzo affinchè si adoperino per far sopravvivere il consorzio pubblico, gravato dai debiti, tenendo al riparo i 32 comuni associati da una possibile emergenza ambientale. E’ l’oggetto di due ordini del giorno votati nel pomeriggio di oggi dal Consiglio Comunale di Vasto, riunitosi ieri per affrontare la spinosa situazione del Civeta, il consorzio che gestisce l’impianto di Valle Cena a Cupello. A illustrare la situazione gestionale e debitoria dell’ente (più di 4 milioni di euro) è stato il presidente del Civeta, Massimo Sgrignuoli, che ha indicato nel contempo le possibili soluzioni del caso, compresi adeguamenti tariffari una tantum e tagli del personale (gli addetti sono attualmente 73), mentre sul piano amministrativo è stato l’assessore provinciale di Chieti all’Ambiente, Eugenio Caporrella, a dar conto dell’attenzione dell’amministrazione provinciale nei confronti del Civeta. La crisi del consorzio, è stato fatto rilevare in aula, nasce oltre che da tariffe estremamente contenute rispetto agli altri gestori (23 euro a tonnellata per il pattume trattato, 43 per l’indifferenziato), ma anche dal conferimento di rifiuti da altre parti d’Abruzzo e d’Italia che hanno contribuito a saturare una vasca. L’altra, realizzata prima di chiedere tutte le preventive autorizzazioni, ma, secondo i dirigenti del Civeta, in possesso dei requisiti prescritti, è chiusa, a causa della mancata autorizzazione regionale. Nel corso del dibattito, oltre a stigmatizzare la presunta disinvoltura della passata gestione (Sgrignuoli con il nuovo cda è in carica da poco), molti consiglieri hanno censurato la condotta di alcuni comuni, come San Salvo e Cupello, che avrebbero gonfiato gli organici per motivi clientelari. Dopo domani è in programma l’assemblea dei sindaci del Civeta, che saranno chiamati ad esaminare e approvare il bilancio. (AGI)

Più informazioni su