vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

La gioia di piantare un albero: bambini in festa per Legambiente

Più informazioni su

VASTO – Due cicliegi, due melograni e un nocciolo. Li hanno piantati a Vasto, insieme agli operatori comunali, i bambini dell’Istituto Figlie della Croce. Nel cortile della scuola, si è svolta stamani la Festa dell’Albero, alla presenza del presidente locale di Legambiente, Fausta Nucciarone, del presidente del Consiglio comunale, Peppino Forte, dell’assessore all’Ambiente, Anna Suriani. I bambini delle 5 classi delle elementari hanno preso parte all’iniziativa, “che Legambiente – spiega la Nucciarone – organizza da 15 anni, puntando l’attenzione sulla funzione degli alberi nel nostro ecosistema: riducono l’inquinamento atmosferico attraverso l’abbattimento dell’anidride carbonica, il più pericoloso e dannoso gas serra, e restituiscono l’ossigeno necessario per la respirazione. Da qui l’importanza degli spazi verdi e  della messa a dimora di nuove piante. I bambini hanno dato l’avvio alla Festa con un canto sull’albero e poi ciascuna classe ha recitato una poesia ed ha attribuito il nome all’albero lasciato in adozione. Si trattava di 2 ciliegi, 2 melograni e 1 nocciolo. Gli alunni hanno aiutato gli operatori comunali nella messa a dimora delle piante e hanno posto la propria targhetta con il nome a ciascuna pianta. dato che a compimento degli studi elementari gli alunni di quinta lasceranno la loro piantina alla nuova classe di prima entrante, Legambiente ha pensato di fare un piccolo regalo: una piantina di alloro per ciascun alunno così da non far dimenticare loro l’impegno preso nei confronti della salute del nostro ecosistema. Questa iniziativa assume un significato molto più profondo in relazione al vertice mondiale di Copenaghen che si terrà a dicembre in cui saranno ridefiniti gli obblighi dei diversi Paesi per la  lotta ai cambiamenti climatici. La festa – conclude Fausta Nucciarone – si è conclusa con un canto in inglese sull’albero”.

 

Più informazioni su