vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Rischio licenziamenti Ilmet, Cgil: cerchiamo un'intesa con la Denso

Più informazioni su

SAN SALVO – Sono circa 800 i posti di lavoro a rischio nel settore metalmeccanico nel Vastese. La Fiom-Cgil torna a chiedere, per i primi giorni del 2010, la convocazione in Provincia di un tavolo di confronto che possa affrontare le emergenze più immediate, a partire dalla vertenza Ilmet, in cui a febbraio 38 operai potrebbero ritrovarsi senza occupazione. “Abbiamo chiesto alla Provincia di Chieti – spiega Mario Codagnone, segretario provinciale della Fiom-Cgil – un tavolo di confronto per affrontare la crisi alla Ilmet, che è al momento la più urgente da risolvere, perché la cassa integrazione straordinaria scade a febbraio. Non abbiamo ancora ricevuto alcuna risposta. Speriamo che la convocazione possa arrivare nei primi giorni del prossimo anno”. Situazioni di crisi anche in Valsinello, dove alla Tecnolamiere e alla Robotec la cassa integrazione straordinaria durerà fino a settembre. Poi, si proporrà l’identico problema della Ilmet, mentre alla Girsud, azienda dell’indotto automobilistico, l’inizio della cassa straordinaria è fissato con l’arrivo del 2010. Non va molto meglio nella zona industriale di Punta Penna, dove in crisi sono l’Istonio Affilature e la Sider Vasto, che a fine febbraio dovrà fare richiesta di cassa integrazione straordinaria. “Il 2010 – afferma Codagnone – si preannuncia non facile. Dobbiamo prepararci a condurre una battaglia di resistenza. La faremo nella massima unità e chiediamo aiuto alle istituzioni, all’insegna della solidarietà e della speranza”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su