vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Comune: parte il progetto "Mediare in Abruzzo" per l'integrazione

Più informazioni su

SAN SALVO – Il Comune di San Salvo ha promosso il progetto “Mediare In Abruzzo” nell’ambito del bando annuale del Fondo europeo per l’integrazione dei cittadini dei Paesi terzi.  Lo hanno annunciato il sindaco Gabriele Marchese e il vice sindaco e assessore alle Politiche sociali Angela Di Silvio. “L’iniziativa si inserisce in una solida tradizione di interventi che il nostro Comune si è impegnato a portare avanti negli anni per l’integrazione dei cittadini immigrati in questa comunità e nel più ampio contesto regionale – ha dichiarato il primo cittadino – La città di San Salvo si è inoltre fatta promotrice dell’attivazione di diversi progetti sperimentali finalizzati all’inclusione socio-lavorativa di stranieri immigrati”.  Il progetto “Mediare in Abruzzo” intende investire sulla realizzazione di un sistema regionale di mediazione culturale che valorizzi la figura professionale del mediatore culturale e favorisca concretamente l’integrazione degli stranieri, in particolare donne, minori, anziani e disabili. È rivolto a tutto il territorio regionale in cui il fabbisogno emergente è proprio quello della più ampia collaborazione tra tutte le istituzioni pubbliche competenti in tema di integrazione (E.A.S., consultori familiari, medici di base, pronti soccorso – Amministrazioni penitenziarie, etc) per creare un sistema ed un clima diffuso di integrazione culturale.  Il progetto intende rafforzare, integrandoli, le politiche e gli interventi promossi dalla Regione Abruzzo poiché ne fa proprie le priorità. Se infatti fino ad oggi gran parte degli interventi di integrazione e di mediazione sono stati attivati prevalentemente su scala localistica (in ciascun E.A.S.) o tutt’al più su scala provinciale (v. i Centri Polivalenti) adesso si rileva un bisogno diffuso, soprattutto tra gli operatori sociali, di un raccordo di portata regionale tra di essi e non solo programmatico ma anche metodologico e operativo. Ciò è dovuto principalmente alla una nuova fase che sta attraversando il fenomeno migratorio in Abruzzo che vede un consolidamento delle posizioni “economiche”, “sociali” degli immigrati arrivati per primi, segno di un processo in atto di integrazione culturale e politica. I partner del progetto sono: la Provincia di Chieti, l’Associazione On the Road, l’Associazione Intermedia.

Più informazioni su