vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pdl, Prospero: "Io sindaco? Sono disponibile". L'ombra Desiati

Più informazioni su

VASTO – Nella platea ci sono Tagliente e Desiati. Il primo perché ha aderito al gruppo del Pdl in Consiglio comunale, anche se in Consiglio regionale no. Il secondo “come semplice cittadino”, precisa subito e non vuole aggiungere altro. In prima fila c’è anche Antonio Prospero, in pole position per la candidatura a sindaco nel 2011. Il Pdl si ritrova al Plaza happening center di località Montevecchio. Platea da 200 persone. Dal tavolo dei relatori, dove siede insieme a Etelwardo Sigismondi, che è il coordinatore cittadino del partito di Berlusconi, Manuele Marcovecchio confida ai presenti che “non vi aspettavamo così numerosi” e che “nel partito ci sono dei problemi, non lo nascondiamo”, ma “questo è il momento” di ripartite con il voto del prossimo anno nel mirino. Prima dell’inizio dell’assemblea, il vice coordinatore aveva sottolineato che “il centrodestra in Consiglio comunale è unito, ha superato le divisioni e ha costituito da tempo il gruppo unico”. Si comincia con i due dirigenti, solo loro, dietro al tavolo. Nelle prime file dell’uditorio ci sono i volti noti che rappresentano le varie anime del Pdl. Soria e Prospero i centristi confluiti nel partito di Berlusconi, Guido Giangiacomo il gruppo degli ex Forza Italia che alle elezioni del 2006 si era presentato contro Tagliente spaccando il centrodestra. C’è l’ala destra, quella degli ex An, con Sigismondi, Giacinto Mariotti e Nicola Carlesi. Tagliente è l’outsider che non si ricandiderà sindaco. Prospero invece vuole farlo: “Confermo la mia disponibilità, ma qui siamo per organizzare il partito. Poi bisognerà concordare il programma elettorale. Solo alla fine di questo percorso sceglieremo il candidato sindaco. Io sono disponibile a farlo, se il Pdl lo vorrà”, annuncia quando l’assemblea non è ancora iniziata. Si siede in prima fila. In seconda c’è Massimo Desiati. L’ex assessore regionale, che viene “come semplice cittadino”, non ha mai smentito di nutrire qualche speranza di essere lui quello che correrà per la poltrona più importante del municipio. 

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com 

Più informazioni su