vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Raffica di auto incendiate, gli investigatori alla ricerca delle analogie

Più informazioni su

VASTO – Ora il problema è trovare le connessioni. I collegamenti tra gli attentati incendiari che a Vasto a San Salvo dall’inizio del 2011 tormentano le notti di vittime e investigatori. Cinque auto in fiamme. Vittime diverse. Il proprietario di un bar di San Salvo Marina, il presidente del Consiglio comunale di Vasto, Peppino Forte, un brigadiere dei carabinieri, un operaio rumeno e un 40enne, questi ultimi due residenti a Vasto Marina.

Cinque episodi che, in base alle prime ricostruzioni delle forze dell’ordine, non hanno lo stesso autore. Moventi diversi. Rimane in piedi l’ipotesi del mitomane formulata dalla polizia. Ma il sospetto degli inquirenti è che ci sia anche dell’altro: cioè che non sia possibile ricondurre tutti i roghi appiccati dal 2 gennaio a oggi a un’unica persona. Ieri mattina, dopo la quinta auto bruciata in due settimane, i carabinieri hanno cominciato a ricollegare alcuni elementi. Tengono le bocche cucite e non dicono quali, ma almeno due episodi potrebbero essere riconducibili alla stessa o alle stesse persone. I primi tasselli cominciano a combaciare. Ma la soluzione del caso è ancora lontana.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su