vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Un concerto di Ligabue a Vasto? Impossibile, mancano gli spazi

Più informazioni su

VASTO – Immaginiamo di essere impresari del settore musicale e di voler organizzare una data del nuovo tour acustico di Ligabue (o di qualunque altro artista, scegliete voi). Una città come Vasto, per la sua posizione geografica potrebbe raccogliere pubblico da un’ampia zona: medio e alto vastese e Molise.

Diciamo che potrebbe essere sufficiente un bel luogo da 500 posti a sedere, confortevole e con una buona acustica, requisiti minimi per poter organizzare un bel concerto. Certo, se la capienza potesse essere maggiore sarebbe ancora meglio, ma 500 è un limite accettabile. Come prima cosa si andrebbero a verificare le strutture comunali. Quali sono? 

Il Teatro Rossetti. Meno di 200 posti a sedere. Bel luogo, ristrutturato di recente, ma troppo piccolo. Va benissimo per concerti di musica classica o appuntamenti come il jazz, che richiamano un pubblico selezionato. Ma con un grande nome i biglietti non coprirebbero nemmeno le spese. Scartato. E fine delle strutture comunali.

E ora? Vediamo quali sono gli spazi privati dove poter fare questo concerto. In centro ci sono il Politeama Ruzzi, il Cinema Globo. Poi ci sono la multisala del Corso, il nuovo auditorium della San Paolo, il teatro delle Figlie della Croce. Tutti spazi utili, ma con funzionalità sicuramente limitate e quindi non adatti ad ospitare un evento di una certa rilevanza.

Quello che stiamo affrontando è un argomento su cui si discute da anni. Ma si discute e basta. San Salvo sta per realizzare un teatro con 300 posti. Non sono i 500 che cercavamo, ma sicuramente sono qualcosa. A Casalbordino c’è un bell’auditorium, funzionale e con un discreto numero di posti a sedere.

Rassegnamoci, il concerto a Vasto non lo possiamo organizzare. Saremo costretti ad andare a Pescara, o a Roma, o ad Ascoli Piceno. In tante altre città d’Italia, più o meno simili a Vasto, esistono teatri o strutture che permettono lo svolgersi di concerti ed altri eventi durante la stagione invernale. Con uno spazio che possa accogliere concerti, spettacoli teatrali, rassegne e altre forme artistiche, ci sarebbe sicuramente una crescita per la città, una maggiore offerta culturale e un sicuro richiamo di persone da fuori. E qui entrano in gioco anche fattori economici, perchè se da fuori Vasto si viene ad assistere ad uno spettacolo, probabilmente ci si fermerà anche a cena o a bere qualcosa, con evidenti benefici per i ristoratori.

Questa provocazione potrebbe essere uno spunto in una fase della vita cittadina in cui si parla di programmi e progetti, spesso in chiave turistica. Certamente, un luogo come quello da noi immaginato, andrebbe a dare ancora più spessore all’offerta turistica vastese. Allora, prima o poi si farà questo concerto di Ligabue?

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su