vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Centrosinistra al bivio. Primarie, Lapenna lascia uno spiraglio

Più informazioni su

VASTO – Uno spiraglio Luciano Lapenna comincia a lasciarlo. Anche perché i fedelissimi stanno raccogliendo le firme per chiedergli di partecipare alle primarie. La porta non è totalmente chiusa. Nel Partito democratico si tratta. Lo si è fatto anche stasera, nella riunione del direttivo cittadino, cui ha partecipato anche il sindaco. Il Pd lavora per la ricerca di una soluzione indolore, che consenta di tenere unito il partito e di evitare una traumatica uscita di scena di Lapenna.

Riavvicinamento. Che l’idea di mettersi in competizione con i colleghi per ottenere la ricandidatura non gli piaccia è risaputo. Ma ora, dopo la decisione della segreteria regionale avallata dal direttivo provinciale dei giorni scorsi, indietro non si torna. Anche perché l’assessore comunale alle Finanze, Domenico Molino, è già candidato alle primarie. Non è escluso che si aggiunga anche un rappresentante di Vastoviva, l’associazione che da mesi chiede le consultazioni popolari per la designazione del leader.

Se Vastoviva si pone ai nastri di partenza, probabile che il suo nome di fiducia sia quello di Maria Amato. Lapenna riflette. Prima di entrare nella sede di piazza del Popolo per la riunione dei vertici cittadini dei Democratici, dice solo che “per ora la situazione non è cambiata”, ma “contino a ricevere appelli a non lasciare”.

Raccolta firme. Intanto, i lapenniani raccolgono le firme con cui gli chiederanno di partecipare alle primarie. Se riceverà l’appoggio di buona parte del gruppo dirigente del partito, il sindaco potrebbe ripensarci. Anche perché, indipendentemente da tutto, l’idea di farsi da parte sembra solo l’ultima ipotesi.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su