vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Simone Lembo:"Musica nei locali, chiediamo un'ora in più"

Più informazioni su

VASTO -“Movida sì, ma stabilendo le regole” e sugli orari bisogna “distinguere tra le varie zone della città”. Confesercenti prende le distanze dalle prime polemiche sullo stop ai decibel. Fa discutere l’ordinanza annunciata dal sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, che intende fissare alla mezzanotte l’orario limite per la musica dal vivo fuori dai locali. “Ho ricevuto molte telefonate dagli operatori del settore”, racconta Simone Lembo, direttore di Confesercenti . “Credo sia il caso, innanzitutto di chiarire la questione: qui non si sta parlando di orari di chiusura dei locali. Quella è tutt’altra cosa. E, infatti, rimarrà in vigore l’ordinanza numero 135 del 2009, che impone di abbassare le saracinesche alle 3 di notte per i pubblici esercizi e alle 4 per i locali da ballo”.

Lembo, Confesercenti è favorevole o contraria a stoppare alle 24 gruppi musicali e dj che fanno intrattenimento all’esterno di bar e pub?
“Il sindaco ci ha spiegato le sue intenzioni. Avremo alcuni giorni per valutare questa bozza di ordinanza. Orientativamente, credo che chiederemo almeno un’ora in più, cioè la cessazione della musica non più a mezzanotte, ma all’una. Questa potrebbe essere una proposta ragionevole. E’ il caso, però, di non fare confusione: questo provvedimento riguarda la musica dal vivo all’esterno dei locali, non la filodiffusione interna”.

Ritiene che l’ordinanza sia troppo restrittiva?
“Stiamo compiendo rapidamente uno studio sugli orari che vengono applicati nelle altre località della costiera adriatica, in modo da presentare a Lapenna una proposta in linea con quanto attuato in realtà analoghe alla nostra. Ritengo, altresì, opportuno diversificare le regole in base alle varie zone della città distinguendo, ad esempio, tra il centro storico e Vasto Marina”.

micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su