vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

PpV: "Servizi comunali, si faccia un'unica società"

Più informazioni su

VASTO – Un’unica società mista pubblico-privato per la gestione dei servizi erogati dal Comune di Vasto.

E’ la proposta di Massimo Desiati, Andrea Bischia e Valerio Ruggieri, rispettivamente leader, consigliere comunale e coordinatore di Progetto per Vasto.

“Ormai è evidente: i Comuni – dicono – non riescono più a gestire servizi, anche di prima necessità, che pur rappresentano inderogabili esigenze della popolazione residente. Figuriamoci quale problema ciò rappresenti per un Comune, come il nostro, che dovrebbe avere la vocazione all’accoglienza”.

La proposta – Secondo PpV, per risolvere il problema, eliminando molti disservizi, è necessaria “la costituzione di un’unica società di servizi, a capitale misto pubblico-privato” per svolgere alcune funzioni: “Manutenzione della spiaggia, cura del verde pubblico e dei cigli stradali, manutenzione esterna dei monumenti e manufatti antichi o di pregio architettonico, segnaletica orizzontale e verticale, gestione parcheggi a pagamento, manutenzione pubblica illuminazione, riscossione tributi, assistenza alla popolazione scolastica”.

La formula – Desiati, Bischia e Ruggieri propongono la costituzione “di una società per l’espletamento di servizi a capitale misto: pubblico al 60% e privato al 40%. La quota pubblica dovrà essere totalmente di proprietà del Comune di Vasto. In questo caso, l’organo di gestione potrà essere rappresentato da un consiglio d’amministrazione con consigliere semplice e amministratore delegato di nomina della parte pubblica, presidente di nomina della parte privata; oppure, in linea e nel rispetto delle più recenti direttive in materia di trasparenza ed economicità degli enti locali e delle loro partecipate, di amministratore unico di nomina da parte pubblica, con conseguente riduzione dei costi rispetto alle remunerazioni di un intero cda”.

Progetto per Vasto chiede all’amministrazione di considerare anche la possibilità di coinvolgere altri Comuni del Vastese e ritiene opportuno prevedere la nomina di un amministratore unico per “dar soluzione alla situazione di forte crisi nei rapporti tra il Comune di Vasto e la Pulchra. Quest’ultima vanta, infatti, nei confronti del nostro Comune, un credito per oltre 2 milioni e mezzo di euro per servizi espletati. Dal 26 giugno scorso, la controversia è affidata a un lodo arbitrale che, verosimilmente – sostengono i tre esponenti di PpV – si concluderà con l’esborso di ingenti somme di denaro da parte del Comune per servizi realmente svolti, regolarmente fatturati, ma mai pagati”.

Più informazioni su