vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Rifiuti inceneriti illecitamente, 2 denunce a Gissi e Ortona

Più informazioni su

GISSI – Traffico illecito di rifiuti e attività di gestione non autorizzata. Con queste accuse il Corpo forestale dello Stato ha denunciato due imprenditori, uno di Gissi e l’altro di Ortona.

In base a quanto accertato dagli agenti, in contrada Terzi si sarebbe svolta un’attività non autorizzata di raccolta e incenerimento di rifiuti, la cui combustione era dannosa per la salute perché dalle fiamme scaturiva diossina. Gli uomini delle Stazioni di Vasto, Gissi, Lanciano e Atessa hanno trovato sul posto plastica, pneumatici, sedili, imbottiture e fili elettrici.

L’imprenditore di Gissi prelevava il pattume (balle di car-fluff, cioè i materiali di scarto non ferrosi risultanti dalla demolizione delle auto) dal autodemolitore di Ortona e lo trasportava fino a contrada Terzi, dove lo bruciava nottetempo dopo averlo messo dentro un cassone. Per questo smaltimento illecito percepiva un compenso. Le indagini della Forestale sono iniziate a settembre.

“Le operazioni di incenerimento – si legge in un comunicato degli investigatori – venivano eseguite nella totale indifferenza circa gli effetti negativi (produzione di diossine) sull’ambiente e sulla salute dei residenti nella zona. Il car-fluff tal quale infatti deve essere conferito in discarica dal momento che le sperimentazioni sul suo utilizzo come carica combustibile per cementifici e termovalorizzatori hanno dato esito negativo a causa della formazione di fumi e gas tossici e dell’elevato quantitativo dei residui della combustione contenenti, fra l’altro, anche metalli pesanti e sostanze nocive”. L’area di stoccaggio e incenerimento è stata sequestrata.

Più informazioni su