vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Della Gatta: "Pd, basta divisioni. Risolviamo i problemi"

Più informazioni su

VASTO – “Al Pd chiedo: Vasto nel 2016 come sarà?”. Nicola Della Gatta ha 21 anni ed è un militante del Partito democratico. Alle elezioni di maggio si è candidato per la prima volta alla carica di consigliere comunale, raccogliendo 131 voti. E’ una delle voci critiche che si levano dalla sede di piazza del Popolo.

Della Gatta, nel minestrone dei nomi che circolano in vista del congresso, è stato inserito anche il suo. Addirittura Ivo Menna, che vuole iscriversi al Pd, chiede apertamente che sia lei il futuro leader del partito a Vasto. Le è stata proposta questa candidatura?

Non credo mi verrà chiesto di fare il segretario del Pd di Vasto. Fino ad ora non lo ha fatto nessuno, forse perché è difficile inquadrarmi, visto che non faccio parte delle correnti. Ho scommesso su una proposta politica, non sulle persone che la stanno portando avanti.

Nel vertice di maggioranza, il centrosinistra ha ribadito che la coalizione rimane così com’è, senza cambi, né aperture al centro. E’ d’accordo?

Sono contrario ai cambi di maggioranza ipotizzati nelle scorse settimane. La coalizione deve rimanere quella che, dopo le primarie, ha appoggiato Luciano Lapenna. Ma il partito non deve appiattirsi sull’amministrazione comunale.

Fedeli all’amministrazione, ma allo stesso tempo distanti. Come si fa? Non saremo tornati all’epoca del “partito di lotta e di governo”?

Io dico questo: il Pd ha il gruppo più numeroso del Consiglio comunale, ma non solo. In città è il partito di maggioranza relativa. Deve svolgere questo ruolo. Per questo al partito chiedo: come sarà Vasto nel 2016? Qui non si tratta di ricostruire il Pd, ma di dargli un’identità, abbandonando le divisioni. Altrimenti, alle prossime elezioni ce lo sogneremo quel 20% di elettori che ci hanno votato. Dopo le primarie si è ristabilita all’interno del circolo di piazza del Popolo una serenità formale. Ma l’aspetto formale è diverso da quello sostanziale. Quando si parlerà di politica e non di persone, si risolveranno i problemi.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su