vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Leonardo e Cristina: "E' difficile vivere in centro"

Più informazioni su

VASTO – Leonardo Falco ha 42 anni e fa l’imprenditore edile. Da oltre 3 lustri vive nel centro storico di Vasto. Ha una casa in via Santa Maria. E’ lì che risiede con la moglie e i due figli: Cristina, 11 anni, e Gianluca, 13. Nel giorno della festa del papà, Leonardo e Cristina ci raccontano luci e ombre della città antica.

Da quanto tempo risiedi nel centro storico?

L: Viviamo da 16 anni in via Santa Maria. Abbiamo scelto il centro di Vasto perché ci piaceva la casa e il fascino della zona storica.

Quanto è cambiato il centro negli ultimi 16 anni?

L: Prima la città antica era più viva, c’erano molte case affittate. Ora il centro è abbandonato. Fino a qualche anno fa, ci sentivamo più sicuri. Era tutto più controllato. Ora è più difficile uscire di casa la sera e sentirsi tranquilli. Il problema è che non c’è una persona competente che si prenda la responsabilità di rilanciare quest’area così importante per Vasto. Devo anche dire, però, che l’emergenza neve è stata gestita bene. Ho apprezzato l’impegno dei ragazzi del Pd, che hanno liberato le strade dalla neve, e le squadre del settore Servizi del Comune che hanno sparso il sale. Sputore è riuscito a organizzare un buon lavoro.

Il centro è sicuro?

C: Una sera io e mio fratello ci siamo impauriti. Sentivamo ragazzi che urlavano, si minacciavano tra di loro e spaccavano delle bottiglie di vetro.

L: Non solo. Abbiamo difficoltà a fare la raccolta differenziata perché i vandali rompono i secchielli. Meno male che gli operatori ecologici ripuliscono le strade, altrimenti ogni mattina ritroveremmo di tutto: buste d’immondizia, brocche e bottiglie rotte. E quello che resta dei bivacchi di chi usa sostanze illecite. Nonostante questo, tutti rimangono in silenzio, forse per paura. Chiedo al sindaco Lapenna di aiutare i cittadini ad afrontare il problema sicurezza e risolverlo.

Cosa si dovrebbe fare per garantire più sicurezza?

L: Sedici anni fa, quando siamo venuti ad abitare in centro, c’erano più controlli. Oggi, malgrado i tagli operati dal governo nazionale, si può provvedere istituendo le ronde di volontari e installando la videosorveglianza, ma a costi contenuti.

C: Giorni fa, ho visto in televisione il sindaco di Verona, Flavio Tosi. Per una città più sicura ci vorrebbe uno come lui. Un sabato ci trovavamo vicino casa. Non volevo scendere dalla macchina perché avevo paura: c’erano dei ragazzi che si picchiavano nei vicoli.

Leonardo, tu lavori nel settore edile. Il Comune sta pavimentando l’anello esterno di piazza Rossetti. Secondo te, sono lavori utili?

Sono d’accordo con la nuova pavimentazione. Sarebbe bello lasciare a vista i reperti archeologici di epoca romana.

Michele D’Annunzio – micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su