vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Resti romani sotto piazza Rossetti, rendiamoli visibili"

Più informazioni su

VASTO – Che sotto piazza Rossetti sia conservato un anfiteatro romano non lo scopriamo di certo oggi. Nel corso degli anni si è più volte affrontato l’argomento, con diverse proposte, soluzioni, per poter riportare alla luce ciò che nel corso dei secoli è stato ricoperto. Sarebbe un’attrazione davvero unica anche se, allo stato attuale, difficile da realizzare.

I lavori di pavimentazione dell’anello esterno della piazza probabilmente hanno spiazzato un po’ tutti. Forse non si pensava che potessero venir fuori dei resti a pochi centimetri dal suolo. Invece ecco che dal primo giorno di lavori è visibile una porzione di muro. E ora che si fa? In città si è passati dal dibattere sull’utilità o meno di questi lavori di pavimentazione al cosa fare con questi resti di epoca romana.

Per ora sono lì, i lavori vanno avanti qualche metro più in là e attorno alla rete di recinzione del cantiere sono sempre in tante le persone che si fermano ad osservarle. Il coro è quasi unanime: mettiamo un vetro antisfondamento e rendiamo visibili questi resti.

E’ di questo parere Maria Grazia Mancini, presidente della delegazione vastese del Fai. “‘L’interesse verso l’anfiteatro romano c’è e non da oggi. Noi del Fai, già in occasione delle scorse Giornate di primavera, abbiamo fatto riaprire l’ingresso sotterraneo all’anfiteatro. Credo che questi resti siano assolutamente da tutelare, anzi, magari creare anche altri punti in cui è possibile ammirare quello che c’è sotto. Capisco che il fattore economico incide -dice la responsabile dell’associazione- ma una soluzione va trovata, per far diventare questi resti archeologici un punto d’attrazione. In tanti altri posti, con resti quasi insignificanti, creano cose eccezionali. Noi che abbiamo tanto non dobbiamo perdere l’occasione”.

Per ora una decisione non è stata ancora presa. Ma sarà necessario farlo, e anche in tempi abbastanza rapidi, per evitare poi di perdere anche questa occasione. Potrebbe essere un modo, anche recuperando altri resti, per far diventare Vasto davvero interessante anche dal punto di vista archeologico.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su