vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

'Influenza Sorbet', il metodo goloso USA contro l'influenza contagia anche i vastesi

Più informazioni su

VASTO. Un tempo si usavano thè e latte caldo con del miele, pezze inumidite, o fette di patate crude da poter metter in testa per far scendere la temperatura: rimedi cosiddetti ‘della nonna’ che vanno avanti tramandandosi di generazione in generazione. La modernità, la fantasia, la scienza, avanza però anche in questo campo. E dagli USA arriva un metodo molto più gustoso e innovativo per combattere l’influenza, e far passare i sintomi più comuni quali raffreddore, naso chiuso e tosse: il gelato. Partito dall’Ohio il rimedio più gettonato del 2013. Non un gelato qualsiasi. Si chiama ‘Influenza Sorbet’ e come racconta il periodico Time la consistenza è cremosa e gli ingredienti succo di limone e di arancia, miele, ginger, pepe di cayenna e pectina liquida. Ma il vero segreto sembra essere quello dell’aggiunta di un po’ di wiskey, precisamente del bourbon, che nella ricetta pensata per bambini viene sostituito con un goccio di cherry. “Influenza Sorbet” è un’idea di Jeni Britton Bauer, proprietaria della catena di negozi Jeni’s Splendid Ice a Columbus e risale al 2004: la signora non ha fatto altro che offrire a tutti sotto forma di gelato un cocktail che le veniva somministrato da piccola dalla mamma e la nonna. Sicuramente i succhi di arancia e limone che contengono vitamina c, vengono promossi da vari medici di base e dottori, così come il ginger e il pepe di Cayenna, di cui si ricordano le proprietà antinfiammatorie. Miele e pectina, poi, creerebbero una sorta di membrana protettiva sull’esofago in grado di calmare l’irritazione e l’infiammazione. Ma l’alcol inserito nell’ ‘Iflluenza Sorbet’? Sembra che possa favorire il riposo ma molti dubbi permangono sul suo effetto antisettico. Intanto però gli ordini del buon gelato americano hanno toccato un picco nell’ultimo periodo e anche i vastesi, incuriositi, si sono informati e hanno mosso i primi passi verso il nuovo metodo antinfluenzale, tanto da scaricare in massa la ricetta che si trova su internet e cercare di realizzarla in casa, lanciando tra loro il passaparola:”Ho voluto provare. mi son detta, tentar non nuoce. Non so se per la proprietà alcolica o meno, ma oltre ad essere buono davvero su me ha avuto effetto. Magari non abbassa la temperatura ma sicuramente riesce a liberare le vie respiratorie. Ripeto non sono medico, magari è solo grazie ad altro che funziona ma quel che è importante è che mi sono divertita a prepararlo, a scambiare la notizia e confrontarmi con gli amici e anche con la nonna che era contrarissima ovviamente, e che alla fine qualche beneficio l’ho tratto” afferma Alessandra.
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su