vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Operazione "Silente", 67 anni di carcere agli indagati

Più informazioni su

PESCARA. Diciotto mesi  di indagini, otto città battute a tappeto, 23 arresti, 27 chilogrammi di droga sequestrata. Questi i numeri della maxi operazione “Silente”  che nel 2005 interessò l’Abruzzo ed il Molise. A distanza di otto anni arrivano le sentenze. 
Massimo Di Cesare presidente del collegio giudicante del Tribunale di Pescara ha inflitto pene per  67 anni. Sedici gli anni comminati a Rocco Ciarelli residente a Termoli insieme a 100mila euro di multa. Altri 10 anni e 60mila euro di multa sono andati a Giuseppe Di Rocco, anche lui di Termoli. 
Insieme a loro sono stati condannati 3 albanesi Naim Deda, 11 anni, Ivanov Kostadinov, 3 anni e sei mesi Luftim Kibja 11 anni. Assolto il bulgaro Donida Kaja. Condannato a 16 anni e 100mila euro di multa anche un pescarese, Armando Spinelli. 
Per i pm Rocco Ciarelli avrebbe stretto un’alleanza con i nomadi albanesi. Si sarebbe rifornito di droga in Albania per conto di famiglie abruzzesi che a loro volta smistavano al minuto lungo la riviera Adriatica. 
Le consegne secondo la Mobile diretta da Nicola Zupo e coordinata dal pm Genaro Varone non erano mai inferiori ai dieci chilogrammi. Carichi e volumi importanti stroncati dagli investigatori dopo 18 mesi di appostamenti e indagini.
paolacalvano@vastoweb.com

Più informazioni su