vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Andrea Iannone operato all'avambraccio: "Ho dolore ma sono fiducioso"

Più informazioni su

VASTO. Dopo la due giorni negativa nel Gran Premio di Spagna, è stato operato ieri all’avambraccio destro Andrea Iannone.   Il pilota della Ducati doveva risolvere una sindrome compartimentale all’avambraccio destro, un problema che si era presentato già dalla prima gara della stagione, come spigano i colleghi di Tuttosport.
Il vastese che corre nella Moto Gp con la Team Pramac in sella ad una Ducati satellite, è ora sotto osservazione presso la clinica Hospital Universitario Quiron Dexeus di Barcellona ma la prognosi e’ positiva. Le graffette applicate sulla ferita verranno rimosse prima del Gp del Mugello. Ma il ritorno in pista rimane previsto per il prossimo Gp, in Francia il 19 maggio.
“Il dottor Mir mi ha assicurato che è andato tutto bene e che il problema c’era ed era reale. È andato tutto bene e per Le Mans sarà difficile sapere in che condizioni arriverò, ma sicuramente ci sarò», ha detto Iannone. «Prima dell’operazione ero convinto di essere già al 100% in Francia. Le Mans, per altro, non è il circuito migliore per tornare, ma voglio esserci per preparmi al Mugello. Non posso proprio dire che questo sia uno dei miei momenti migliori. Dopo il weekend di Jerez sono volato a Barcellona per farmi operare al braccio destro, per il problema che mi sta infastidendo dal Qatar, ma ora sento davvero molto male. Sono sicuro che ci vorrà un po’ di tempo ma sono fiducioso perché il Prof. Mir ha operato molti altri piloti prima di me, ed ha sicuramente una validissima esperienza in merito. In realtà mi ha detto di non aver visto spesso un muscolo così compresso, ma tutto sembra andato bene, devo solo aspettare che passi il dolore. E’ inoltre intervenuto sulla ferita al ginocchio di modo da permettere una veloce guarigione e, anche se ho sofferto, sono felice che abbia potuto farlo. Non vedo l’ora che tutto questo finisca per poter tornare in sella alla mia moto”.
tizianasmargiassi@vastoweb.com

Più informazioni su