vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Senza interventi tempestivi il vastese rischia l'isolamento

Più informazioni su

CASTIGLIONE MESSER MARINO. Ieri mattina, il capogruppo del Pd in consiglio provinciale Camillo D’Amico insieme al Sindaco di Torrebruna Nicola Petta ed a numerosi cittadini del medesimo comune,  e di quelli di Schiavi d’Abruzzo e Castiglione Messer Marino, ha fatto un sopralluogo sul tratto di strada provinciale chiusa per frana che collega Torrebruna e Castiglione Messer Marino.

“Il disagio -ha spiegato D’Amico- è alto ed il disagio è notevole non solo per l’interruzione quanto  per il semplice fatto che, le strade di collegamento alternative, oltre che impervie allungano di molto il percorso verso Castiglione Messer Marino ove insiste un punto permanente di pronto soccorso munito di ambulanza.

 E’ stato fissato un incontro urgente e di merito per Materdì 7 Gennaio p.v. presso la provincia con il presidente Enrico Di Giuseppantonio ed il dirigente Carlo Cristini per adottare  misure urgenti utili a riaprire la percorrenza a senso unico alternato nel più breve tempo possibile. Contestualmente abbiamo effettuato un sopralluogo anche sulla provinciale che collega Torrebruna a San Giovanni Lipioni ove è in atto una frana che rende attualmente pericolosa la transitabilità ed è possibile un ennesima chiusura al traffico veicolare nonostante sia arteria di collegamento per il pendolarismo operaio e studentesco verso le aree industriali e le scuole di Vasto e San Salvo.

Su mia sollecitazione al Presidente Di Giuseppantonio ed all’Ing. Cristini -hs continuato D’Amico- è stata immediatamente attivata una ditta locale che ha provveduto allo sgombero della strada alfine di evitare un ulteriore chiusura. Tutti i Sindaci dei comuni interessati hanno manifestato disponibilità concreta nel fare sinergia con la provincia per mettere in campo uomini e mezzi allo scopo di evitare ulteriori peggioramenti nella viabilità di collegamento con questa area dell’alto vastese.

L’incontro di Martedì prossimo servirà per mettere a fuoco iniziative concrete, utili ed immediate per prevenire ulteriori disagi per i cittadini. Bene ha fatto il presidente Di Giuseppantonio ad inviare una nota al presidente del consiglio Letta ed a tutti i parlamentari Abruzzesi per porre allo loro attenzione la precaria situazione della viabilità provinciale.

Su questo fronte siamo e saremo sempre a lui vicini ma emerge chiara l’assoluta inerzia e disattenzione della regione Abruzzo sul problema della viabilità nel suo complesso di cui il vastese, per ragioni naturali e di antica dimenticanza politica, ne rappresenta la parte più debole e meno tutelata. 

Il presidente Chiodi, nell’incontro avuto di recente sul problema viabilità presso la nostra provincia, ha candidamente dichiarato  che ci sono fondi non ancora utilizzati che potrebbero essere destinati alla manutenzione stradale; ebbene, i sei mesi di proroga che tutti in regione si sono concessi, non siano utilizzati solo per mera propaganda ed inconcludenti annunci ma fare e realizzare quanto in cinque non si è stati capaci di fare”.

redazione@vastoweb.com

 

 

Più informazioni su