vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Truffa: tre denunce per merce che spariva attraverso "viaggi fantasma"

Più informazioni su

VASTO. Collegandosi alle banche dati informatizzate del settore autotrasporti riuscivano a intercettare gli affidamenti dei trasporti per acquisti di merci da parte di aziende estere. Poi, riproducendo la falsa documentazione, si presentavano dai venditori, caricavano la merce e la facevano sparire in veri e propri ‘viaggi fantasmà.
Protagonisti della vicenda, scoperta dai Carabinieri di Reggio Emilia, tre trentenni campani – un salernitano e due napoletani – denunciati con l’accusa di di concorso in tentata truffa aggravata.
L’intervento dei militari ha portato al sequestro un autoarticolato Scania con relativo rimorchio e ha impedito che 50.000 euro di componenti per silos in ferro zincati sparissero nel nulla come i 20.000 euro di fertilizzanti truffati a Vasto, in provincia di Chieti, e la macchina per tostare caffè da oltre 30.000 euro frodata a Ponte Lago, nel Ferrarese. Beni acquistati, in Italia, da aziende ucraine.
I tre campani sono stati fermati – proprio mentre si accingevano a caricare e portare via il materiale – in un’azienda di zincatura reggiana cui una società ucraina si era rivolta per far zincare componenti per silos in ferro, del valore di 45.000 euro. L’operazione condotta dai militari non è escluso possa portare alla scoperta di una maxi truffa ai danni di aziende estere orchestrata dai tre grazie all’espediente scoperto dai Carabinieri reggiani. (ANSA).

Più informazioni su