vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Il PRC su difesa della Riserva Punta Aderci

Più informazioni su

VASTO. Il Partito della Rifondazione Comunista torna a puntare l’attenzione sulla difesa della Riserva Naturale di Punta Aderci e sull’iter autorizzatorio degli impianti industriali nelle sue vicinanze, a partire dal comportamento della Commissione VIA presieduta dal dirigente della Regione Antonio Sorgi. “Sono anni -si legge in una nota del PRC di Vasto- che critichiamo aspramente molti dei provvedimenti presi dalla Commissione e da Sorgi che, più che alla difesa dell’ambiente, spesso sembrano sbilanciati verso gli interessi dei proponenti arrivando a promuovere progetti a dir poco discutibili (pensiamo ad alcuni impianti industriali, ad alcune discariche, alla filovia di Pescara e al proliferare degli impianti eolici, questione di strettissima attualità anche nell’Alto Vastese). 

Questo modus operandi non si ferma neanche di fronte alla Riserva Naturale di Punta Aderci, scrigno di preziosissime bellezze del costituendo Parco Nazionale della Costa Teatina. Oltre un anno fa il circolo “Sante Petrocelli” di Vasto attaccò  pesantemente l’autorizzazione data al progetto Recogen della Puccioni SpA, prima bocciato e poi avallato dalla Commissione VIA (così come ASL e ARTA) che in pochissimo tempo assunse posizioni contrastanti tra loro con un procedimento che, pareri di esperti giuridici alla mano, presentava dubbi sulla propria legittimità . Poco meno di un anno fa il Sindaco e l’Assessore all’Ambiente del Comune di Vasto inviarono richiesta scritta di chiarimenti alla Regione. E’ passato un anno, e dall’Istituzione che prima di ogni altra dovrebbe difendere e tutelare la Riserva Naturale Regionale di Punta Aderci, e con la quale le Autorità  Locali dovrebbero interloquire, non vi è¨ stata alcuna risposta. Nè in risposta a quella richiesta scritta nè su altre gravissime problematiche che coinvolgono la Riserva Naturale Regionale di Punta Aderci. 

Per questo nei giorni scorsi abbiamo presentato in Consiglio Regionale un’interpellanza in cui torniamo a porre la dovuta (ma che continua a mancare dall’istituzione regionale) attenzione sulla questione”.

redazione@vastoweb.com

Più informazioni su