vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Fabio Martarelli, universitario vastese, vince concorso della Nasa

Più informazioni su

VASTO. Un giovane studente vastese tra… le stelle. Si tratta di FabioMartarelli, diplomatosi col massimo dei voti al Corso Geometra dell’Istituto Economico Tecnologico F. Palizzi di Vasto, ed ora iscritto al secondo anno della Facoltà di Ingegneria Aerospaziale presso l’Università La Sapienza di Roma. Il gruppo di studenti di cui fa parte Fabio ha appena vinto un premio messo in palio dalla Nasa, ed è grandissima la sua soddisfazione.

Raccontaci la vostra fantastica avventura.

“In pratica si tratta di un progetto che abbiamo presentato per vincere la selezione italiana delle “space apps challenge” ( un concorso nel quale la Nasa ti chiede di risolvere un problema e vince la migliore soluzione). Abbiamo inoltre vinto 1500 euro messi a disposizione dall’ambasciata americana e il 22 maggio ci incontreremo con l’ambasciatore (se sarà disponibile). Entro il 20 aprile dobbiamo presentare il video che ci permette di partecipare alla selezione globale e i primi 5 progetti rientreranno nella ristretta elìte dei gruppi invitati a Cape Canaveral (al KennedySpace Center) per assistere al lancio di una sonda spaziale”.

In cosa consiste in pratica il vostro progetto?

“Il progetto che abbiamo presentato si chiama LOOK APP ed è un’ applicazione che ti avvisa quando un evento spaziale – eclissi, allineamenti di pianeti, passaggio della stazione spaziale internazionale,ecc  – si sta verificando sulle nostre teste e se si vede ad occhio nudo, andando a valutare le condizioni meteo”.

Com’è composto il vostro gruppo?

“Siamo 13, due ingegneri dell’automazione di Tor Vergata, due ragazze della facoltà di astrofisica, tutti ingegneri aerospaziali, un ragazzo del liceo e due ragazzi che lavorano”.

Avete qualche altro progetto in cantiere?

 

“Pensiamo di investire i 1500 euro vinti in questo progetto che ha destato molto interesse all’European Space Agency, che ci ha manifestato molto interesse e chiesto maggiori spiegazioni. Vorrei concludere dedicando questa vittoria a mia madre, che compie gli anni in questi giorni e che da sempre mi sostiene negli studi.Inoltre vorrei ringraziare il team con il quale ho partecipato a questa magnifica esperienza, sperando che il nostro progetto possa andare avanti”.

Fabrizio Scampoli

Più informazioni su