vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Chiusura Uta a Vasto dopo 45 anni, se ne parlerà in consiglio comunale

Più informazioni su

VASTO. I consiglieri comunali di maggioranza del Comune di Vasto hanno presentato un ordine del giorno, da discutere in occasione della seduta del consiglio comunale già convocato per i giorni 10 e 13 aprile p.v. per sollecitare iniziative atte a bloccare la Proposta di nuova organizzazione dell’assetto interno del “Dipartimento Sviluppo Economico e Politiche Agricole che, tra le altre cose, prevede la Chiusura dell’Ufficio Territoriale per l’Agricoltura  di Vasto con trasferimento a  Scerni.
 
 
Nell’ordine del giorno protocollato oggi i consiglieri comunali di maggioranza mette in eveidenza che “ l’UTA di Vasto,  struttura tecnica dell’ Assessorato per l’Agricoltura  è presente a Vasto da oltre 45  anni (con l’insediamento del  primo Consiglio Regionale),  quale presidio importante per lo sviluppo agricolo del territorio; questo perchè Vasto  è località strategica  per il comprensorio vastese: accoglie gli  uffici  e le strutture che erogano i servizi pubblici essenziali (istruzione, sanità, ecc.)  per le popolazioni del comprensorio stesso. Per questo motivo esistite una consolidata ed efficiente  rete per il trasporto pubblico che collega i Comuni del vastese alla cittadina costiera.”.
I consiglieri comunali evidenziano che “L’eventuale decentramento dell’Ufficio da Vasto a Scerni , per l’assenza dei collegamenti pubblici necessari,  comporterebbe  seri  e irragionevoli  disagi all’elevato numero di utenti dell’UTA, provenienti da tutto il comprensorio, ancor più se si considera la esigua economia realizzabile con detto intervento ( meno di € 30 000,00 /anno per costo dell’affitto dell’immobile che ospita l’UTA).
 
I consiglieri di maggioranza, firmatari del documento, mettono in risalto il fatto che “l’economia agricola e forestale del comprensorio, costituito da  29 Comuni collocati nelle diverse fasce altimetriche, che dalla costa raggiungono i punti più alti nei comuni ai confini con la regione Molise (Schiavi d’Abruzzo  e Castiglione M.M.con  oltre  1400 m. s. l.), risulta altamente rappresentativo nel panorama agricolo regionale:  se la sola provincia di Chieti  rappresenta il 40- 50 % circa del settore agricolo e forestale regionale , l’agricoltura del comprensorio vastese partecipa a questo dato per oltre il 30%  !!!
 
Il panorama agricolo risulta variegato e complesso. Importanti e fragili ecosistemi forestali e aree agricole in abbandono caratterizzanti le aree più interne richiedono interventi di tutela, conservazione anche attraverso incentivi e sviluppo di alternative di reddito per le aziende interessate, attraverso la diversificazione dell’economia rurale ed il miglioramento delle condizioni di benessere delle popolazioni (promozione delle attività connesse al turismo,conservazione e miglioramento del patrimonio rurale e della biodiversità ,rinnovamento e sviluppo dei villaggi rurali, riqualificazione edifici di pregio, sviluppo di fonti energetiche alternative”.

redazione@vatsoweb.com

Più informazioni su