vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Maria Amato: Vasto deve conquistarsi il ruolo di capoluogo di comprensorio

Più informazioni su

VASTO. Ieri pomeriggio doppio incontro per i due candidati alle primarie del centrosinistra in programma il prossimo 6 marzo al Palabcc. Il primo appuntamento è stato quello con Maria Amato alle 17:30, il secondo alle 18:30 con Francesco Menna. Per l’incontro con la cittadinanza Maria Amato ha scelto la sede della Società operaia di mutuo soccorso, nel centro storico, a pochi metri dalla sede del Pd in Piazza del Popolo. 
Nella sala al completo, oltre agli amici dell’associazione Vastoviva (Angelo Bucciarelli, Paolo Marino, Raimondo Pascale e Pino D’Aurizio) c’erano il segretario cittadino del Pd Antonio Del Casale che ha aperto l’incontro, gli assessori Luigi Marcello e Luigi Masciulli, i sindaci di Vasto, Palmoli, Lentella, San Giovanni Lipioni e l’ex sindaco di San Salvo Gabriele Marchese, gli assessori Luigi Marcello e Luigi Masciulli, alcuni rappresentanti del partito di Renzi: Fabio Giangiacomo, Nicolangelo D’Adamo, Ivan Aloè e molti cittadini. Tutti uniti  dal desiderio di sostenere la deputata vastese nella corsa alle primarie di centrosinistra. 
“Le primarie – ha detto Amato- rappresentano una grande occasione per il Pd e per qualsiasi coalizione. Nessuno si salva da solo. Non sono contenta di come si stanno giocando le primarie. Se ci si mette in gioco, ci si mette lealmente sul confronto.  Quello di Vasto Marina è stato un confronto bello, ricco e interessante”. Maria Amato inoltre ha voluto ricordare Vasto, una città solidale, aperta, capoluogo di comprensorio. Una città che si fa carico di aggregare i propri cittadini, e i vastesi con gli abitanti della sua area territoriale. Una città che deve conquistarsi il ruolo di capoluogo di comprensorio, ricco di peculiari ricchezze, di beni culturali che attendono di essere messi in rete e valorizzate per lo sviluppo di un intero territorio. 
“Non ci vuole il mediatore politico per ottenere un diritto. Il sistema del protettore locale è finito. L’onestà e la carità si vivono allo stesso modo”. A proposito delle dichiarazioni del portavoce del sindaco sull’incontro tenutosi a Vasto Marina, l’onorevole Amato invitata a commentare la vicenda ha detto: “Io sarei stata zitta. Se non è stato coraggio è stata incoscienza”. A conclusione dell’incontro ha dichiarato “A Francesco riconosco una conoscenza sui Santi che non mi appartiene”. 
paoladadamo@vastoweb.com

Più informazioni su