vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Ludovica Cieri: “Vi è mancato il coraggio di perdere qualcosa” – Video

Più informazioni su

VASTO. Dopo l’elezione del presidente del consiglio comunale, Giuseppe Forte e dei due vicepresidenti Elio Baccalà e Ludovica Cieri, questa mattina durante il consiglio comunale ha chiesto la parola la pentastellata Ludovica Cieri.

“Finalmente siamo qui –ha detto Ludovica Cieri– a nome di tutti i cittadini che da oggi rappresentiamo in questa sede, per lavorare nella direzione indicata e condivisa con loro in questi anni di presenza costante sul territorio.

In merito alla proposta presentata in campagna elettorale al M5S per la presidenza del consiglio Cieri ha detto: “Ed eccoci qui, a vederlo l’esito di questo gioco da voi stessi messo in piedi, poi diventato più “ingombrante” che mai. Da una parte la “promessa” fatta al Movimento, dall’altra la gerontocrazia locale che reclama soddisfazione per il contributo portato alla battaglia del Pd.

Tutti i cittadini hanno potuto vedere la coerenza del PD che ha “giocato” con i suoi avversari politici, ritenendo di avere davanti dei pivellini che si sarebbero fatti prendere in castagna. E invece si è trovato davanti alla necessità di rischiare una “carica” di cui aveva assoluto bisogno e che non poteva permettersi di perdere se per caso il Movimento, stando al gioco, avesse accettato.

“E se la Cieri accettasse ?” è stato il dubbio amletico che vi ha tolto il sonno per una settimana.
Non vi nego che la cosa ci ha quasi divertito, concedetemi un po’ di sadismo politico, visto che vi abbiamo salvato da questa empasse, o forse è meglio dire che da questo impiccio vi siete salvati da soli, preferendo non correre il rischio, ma accollandovi il peso di questa promessa mancata. Qua volevamo portarvi e qua vi abbiamo portato.

In una risposta ad un post su Facebook, l’ex Sindaco Lapenna, scriveva, qualche giorno fa: “Gli impegni presi devono essere sempre rispettati. Francesco ha offerto la presidenza del consiglio comunale alla signora Ludovica Cieri. È vero votano i consiglieri. Guai a dire “fatta la festa gabbato il Santo”.

Non sfugge però a nessuno il fatto che il Presidente del Consiglio ha poteri: convoca il consiglio sentito i gruppi; decide l’odg del consiglio; apre e chiude la discussione; dà e toglie la parola, ammette alla discussione, ecc. ecc..

Si tranquillizzi il Consigliere Lapenna, Ludovica Cieri ha serietà e correttezza in abbondanza, e dai banchi dell’Opposizione, insieme a Dina Carinci, inonderà questo Consiglio comunale di correttezza e serietà così come lo inonderà di rigore e determinazione nel denunciare ogni azione realizzata in spregio dei diritti e dell’interesse della comunità.

Ai patriarchi seduti tra questi banchi, che nei giorni scorsi si sono visti usurpare il loro trono dinastico da un gruppo di giovani di belle speranze (e che speriamo non restino tali, cioè speranze), dico: è mancato il coraggio a voi così come al vostro Sindaco, coraggio di perder qualcosa che per la vostra sopravvivenza attuale è determinante.

Siete riusciti -ha concluso Ludovica Cieri- a farvi credere dai cittadini e adesso vi conviene tener fede alle promesse elettorali, o questa pirrica vittoria diventerà la tomba del Pd.
Tenetevi pure la Presidenza: non è affar nostro”.
Guarda il video di Federico Cosenza

Più informazioni su