vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Festival della Cultura, grande interesse per gli psicoterapeuti Bontempo e Notarfranchi foto

Più informazioni su

VASTO. Più di 90 persone, ieri sera, hanno riempito Piazza Barbacani per il quinto incontro del Festival di Cultura, Filosofia e Politica. Il tema della serata è stato “Come vivere meglio. La psicologia è solo terapia?” A relazionare sono stati l’ex direttore dell’Ordine degli Psicologi d’Abruzzo, lo psicoterapeuta Giuseppe Bontempo, il direttore dell’Istituto di Psicofania, lo psicoterapeuta Pietropaolo Notarfranchi e il dottor Roberto Ponziani, psicanalista energetico transpersonale. Ha introdotto Davide D’Alessandro e ha presentato Sara Del Vecchio.

Un incontro ricco di spunti, che ha toccato molti temi a partire dallo statuto attuale della Psicologia. Una scienza che si trova ad arrancare rispetto a 50 anni fa e alla quale ancora si chiede di effettuare uno sguardo introspettivo. Tra le riflessioni iniziali anche una sulla futura professione dello psicologo con riferimento ai tantissimi studenti che hanno intrapreso questa carriera, e sulla Psicologia come corso di laurea nelle università italiane, molte delle quali ancora con le iscrizioni a numero aperto. Probabilmente, se ci si approcciasse alla Psicologia come ci si approccia alla Medicina, molti dei problemi che la prima si trova oggi ad affrontare verrebbero meno. Nel corso della serata non sono mancati riferimenti propriamente scientifico-psicologici.

Siamo tutti troppo pigri – ha detto Notarfranchi. Pigri perché non riusciamo a prendere coscienza della realtà se non attraverso la veglia, il sonno e il sogno, ma ci sono una infinità di altri modi per poter diventare realmente coscienti di se stessi. Un esempio è attraverso il digiuno. Un altro è attraverso la respirazione, ma ce ne sono tanti. La pigrizia vince su tutto”.

Con un dibattito realmente stimolante i due psicoterapeuti e il dottor Ponziani hanno tenuto alta l’attenzione dei partecipanti, che hanno mostrato interesse per tematiche decisamente complesse e sulle quali difficilmente ci si trova a riflettere senza una guida che sia davvero preparata.

Il prossimo incontro del Festival si terrà il 2 settembre e ospite della serata sarà la scrittrice Patrizia Tocci che relazionerà sulle figure femminili della Divina Commedia, Pia, Beatrice, Matelda e Francesca.

 

Più informazioni su