Arrivo Tac al San Pio: «Finalmente la Asl mostra attenzione al vastese»

"Un segnale significativo della affidabilità del nuovo manager e della amministrazione regionale"

Attualità
Vasto lunedì 02 dicembre 2019
di La Redazione
Comitato per la difesa dell'Ospedale
Comitato per la difesa dell'Ospedale "San Pio" © Vastoweb

VASTO. Come promesso poco più di un mese fa, é arrivata la nuova Tac 129 strati (Leggi). Il Direttore Schael ha mantenuto la promessa e non possiamo che gioirne perché questo nuovo apparecchio consentirà una diagnostica più precisa e completa e diminuirà probabilmente le lista d’attesa.

L’apparecchiatura è stata oggi sistemata all’interno dei locali ristrutturati ed aspetta di essere montata nei prossimi giorni, entro 15 giorni per l’esattezza per l’installazione di tutte le componenti.

“Finalmente la Asl comincia a mostrare maggiore attenzione nei riguardi dell’Ospedale San Pio e della Sanità nel Vastese. Lo rimarchiamo con soddisfazione perché questo primo risultato arriva anche come effetto delle rivendicazioni che stiamo portando avanti dal 2017 – hanno dichiarato i componenti del Comitato di Lotta per l’Ospedale – Siamo assolutamente consapevoli che l’arrivo della nuova Tac non risolve i problemi del nostro presidio sanitario -hanno dichiarato Tascione, Tagliente, Villani, Ottaviano e Candeloro a nome anche degli altri componenti- ma riteniamo che esso, unitamente all’invio di 3 medici radiologi, sia un segnale significativo della affidabilità del nuovo manager e della amministrazione regionale che non fanno evidentemente, come altri nel recente passato, promesse a vanvera”.