"Dopo il servizio civile cerco lavoro e intanto mi do da fare per Vasto"

Attualità
lunedì 03 maggio 2021
di Lea Di Scipio
Benedetta Bruno
Benedetta Bruno © personale

VASTO. "Il servizio civile mi ha profondamente arricchita. Come diceva Madre Teresa di Calcutta 'non si possono fare sempre grandi cose nella vita, ma si possono fare piccole cose con grande amore'. Ed essere utili agli altri e alla società è un'esperienza che tutti dovrebbe fare nella vita".

A parlare è Benedetta Bruno, vastese 26enne che ha vissuto un anno di volontariato presso la Protezione Civile di Vasto. Un lungo periodo particolarmente difficile e denso di attività per questo gruppo, sin dall'inizio in prima linea sul fronte della lotta al Coronavirus (Leggi)

È trascorsa da poco la giornata dedicata ai lavoratori e alle lotte per i loro diritti, per questo abbiamo pensato di raccontare la sua storia in cui tanti giovani si riconoscono oggi. La difficoltà nella ricerca del lavoro si è aggravata con la pandemia, ma la crisi si trascinava già dagli anni precedenti. Abbiamo affrontato questo tema pochi giorni fa, all'indomani del rapporto Ronci edito da Cna Abruzzo (Leggi)

E Benedetta, che è laureata in Sociologia e criminologia alla triennale e specializzata in Ricerca sociale, politiche della sicurezza e criminalità, racconta: "Una volta concluso il servizio civile ho scelto di continuare ad essere presente in veste di volontaria. Se da un lato ho sentito il dovere di farlo visto il momento così difficile che la comunità sta attraversando, dall'altro sono attualmente disoccupata e mi gratifica impiegare il mio tempo in modo costruttivo. In ogni caso spero di trovare presto un lavoro perché come tutti ne ho bisogno non solo per vivere, ma per realizzarmi come professionista e poter creare un futuro solido. Intanto continuerò a spendere le mie energie nel sociale e non smetterò mai di essere utile!".

Auguriamo a Benedetta di trovare presto un'occupazione, lei che ha dimostrato come siano tantissimi i giovani talentuosi e con voglia di fare, ma che purtroppo soccombono di fronte ad un mercato del lavoro che sembra mettere spesso il bastone tra le ruote del loro futuro.