enrico-di-giuseppantonio

Maltempo, Di Giuseppantonio: “I Comuni non possono essere lasciati soli”

FOSSACESIA. Dopo le abbondanti nevicate di questi giorni, che hanno messo letteralmente in ginocchio i Comuni,Enrico Di Giuseppantonio, Sindaco di Fossacesia e dirigente dell’Anci, chiede al Presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, di verificare con assoluta urgenza se vi siano le condizioni per far ottenere ai Comuni le risorse utili per affrontare l’emergenza neve.
“Chiedo al presidente D’Alfonso di attivarsi affinchè i Comuni possano ottenere risorse per affrontare questa emergenza – dichiara Enrico Di Giuseppantonio, sindaco di Fossacesia – Ci stiamo trovando di fronte ad una situazione che ci sta mettendo letteralmente in ginocchio poiché i comuni non sono finanziariamente pronti a sostenere continue emergenze”.
Le abbondanti nevicate di questi giorni infatti hanno visto impegnati su più fronti tutti i Comuni dell’Abruzzo, compresi quelli costieri, dove usualmente è difficile assistere a fenomeni a carattere nevoso di tale portata. Tantissimi sono i mezzi e gli strumenti che sono stati messi in campo per ridurre al minimo i disagi per i cittadini e questo ha ovviamente inciso notevolmente sui bilanci comunali, già notevolmente feriti dalla drastica ed insopportabile riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato.
“I Comuni non possono essere lasciati soli ad affrontare continue emergenze – prosegue Di Giuseppantonio – Non riusciamo con i nostri già miseri bilanci ad affrontare situazioni tali, dove l’unica cosa necessaria è fornire servizi al cittadino al fine di ridurre al minimo i disagi. Ci stiamo mettendo anima e corpo, stiamo lavorando ininterrottamente con tutti i mezzi e gli strumenti che riusciamo ad attivare, ma da soli non ce la facciamo. Ecco perché è prioritario che il presidente D’Alfonso verifichi da subito se vi siano le condizioni necessarie per far ottenere rimborsi o qualsiasi genere di risorsa economica ai Comuni”.
Intanto, l’allerta meteo di questi giorni è stato esteso anche alle giornate di oggi e domani ed ai Comuni non resta che rimboccarsi le maniche, nella speranza che l’appello del sindaco di Fossacesia ottenga presto una risposta.